I Collage in concerto questa sera (con inizio alle ore 21) a Rossano. Un gruppo storico che, sicuramente, richiamerà il pubblico delle grandi occasione nel piazzale Traforo nel centro storico bizantino. L’evento, organizzato da “AB Vision” di Antonio Abenante e dalla Comunità di anziani “San Benigno” diretta da Arturo Grillo, rientra nella festa di autunno che dà vita ai festeggiamenti in onore di San Bartolomeo. Ma chi sono i Collage?

Durante i primi anni delle superiori Piero e Tore Fazzi si esibivano con la loro band in vari locali, suonando le canzoni di artisti contemporanei come Genesis, Simon & Garfunkel, Abba, Beatles, Battisti, che influenzeranno in maniera determinante la loro musica. La giovane formazione cerca di farsi strada nel mondo della musica, ma una prima apparizione al festival di Castrocaro non dà nessun esito e, dopo qualche anno, decidono di produrre a proprie spese il primo disco. Durante le registrazioni vengono notati da un produttore romano, proprietario della sala di registrazione capitolina Titania, che firma loro il primo contratto discografico. Nel 1976 la vittoria al festival di Castrocaro con “Due ragazzi nel Sole” sancisce l’esordio ufficiale della band, che da quel momento raggiunge la fama presso il grande pubblico. Nel 1977 i Collage partecipano per la prima volta al festival di Sanremo con “Tu mi rubi l’anima”: i due primi singoli raggiungono le vette delle classifiche e portano al successo il loro primo 33 giri “Due ragazzi nel Sole,” cui faranno seguito “Piano piano m’innamorai di te,” “Concerto d’amore” e “Stelle di carta.” Tra un tour e l’altro partecipano ad altre tre edizioni del festival di Sanremo e lanciano in Spagna e Sudamerica “Como dos niños,” “Poco a poco…,” “La gente habla” e “Sol caliente,” versioni spagnole di alcuni tra i loro maggiori successi, che si piazzano in cima alle classifiche. Siamo agli anni 90 e, avvalendosi della collaborazione di vari musicisti che partecipano alla attività della band, Tore e Piero danno luogo alla sperimentazione di nuove sonorità che caratterizzano il cd Replay e in seguito i brani live contenuti nella raccolta Settantaseiduemila. Nel 2003 nascono le nuove atmosfere di Abitudini e No, un album musicalmente aperto, ricercato e mai scontato, dove riecheggi jazz e funky si fondono rivisitando alcuni brani storici, mentre in altri le melodie italiane si vestono di sonorità e ritmi rock blues. Nel 2010 finalmente il tanto atteso album live, il quale raccoglie le emozionanti atmosfere delle ultime esibizioni e un nuovo singolo: “Non ti dimenticherò.” Un concerto da non perdere per i tanti fans dei “Collage” nostalgici della musica degli anni ‘70  e per rivivere, in modo particolare, i momenti meravigliosi di un tempo.

ANTONIO LE FOSSE