Il Demanio vende l’ex carcere di Rossano per 430 mila euro. L’immobile, ubicato nel centro storico bizantino, su via Prigioni, già adibito a casa circondariale, è composto da due fabbricati in muratura a due piani fuori terra, con cortile interno. La spending review nazionale mette all’asta i beni dello Stato. La Direzione regionale del demanio ha reso noto, nei giorni scorsi, l’avviso d’asta pubblica per la vendita di unità immobiliari ad uso residenziale e non residenziale.

La gara avrà luogo il 2 dicembre prossimo. Nel Piano strategico di Rossano si parla di “contenitore storico pubblico non utilizzato, come l’ex carcere che può passare da luogo di prigionia a luogo di libertà”. Non solo, ma nel Piano si parla di tre nuove centralità cittadine, tra cui “le ex carceri e il quartiere San Domenico-Arcivescovado”, quale “Progetto bandiera” sui cui investire per rilanciare il centro storico. Difatti, la proposta progettuale prevedeva “l’acquisizione della disponibilità, il recupero e il riutilizzo funzionale del complesso edilizio delle ex carceri e la creazione di un Polo della conoscenza e dell’innovazione, al cui interno allocare aule e laboratori, un incubatore di imprese e creare occasioni di lavoro per i giovani”.
Pietro Gaccione