Quante belle frasi ad effetto che abbiamo letto ed ascoltato in questi giorni: tra “svolte”, “risarcimenti”, “amore” verso la Calabria e la Sibaritide, “coraggio” ed altri bla bla bla, ne abbiamo sentite tante che la nausea ci ha ormai sopraffatti. Tutte “belle parole”. Solo tante belle ed inutili parole. Parole accomunate da un unico comune denominatore: l’inganno.

L’inganno verso quei cittadini calabresi che, in fondo, vogliono farsi ingannare. Per comodità, per connivenza o, peggio ancora, per complicità con un sistema ormai marcio fino all’osso. Un sistema politico-affaristico fatto di illegalità, disonestà, raccomandazioni, promesse di posti di lavoro. Il Partito Unico rappresentato da Forza Italia e Partito Democratico, con loro annessi e connessi partitini minori (ma che sfruttano le casse dello Stato tanto quanto la nuova e più becera “balena bianca”), sono le due facce della stessa medaglia. Anche in Calabria, ovviamente. Dove la loro arroganza e manifesta illegalità è sotto gli occhi di tutti anche nel “semplice” affaire “manifesti elettorali”: spazi altrui presi d’assalto senza la minima vergogna, senza il minimo rispetto. Come è capitato qui a Rossano. Con tanto di denuncia pubblica effettuata dal nostro candidato Enzo Orlando: spazio riservato al Movimento 5 Stelle occupato abusivamente da altri manifesti. Non che il M5S avesse bisogno di tali spazi, ma per una questione di rispetto (che loro non hanno) avrebbero dovuto lasciare vuoto. Ma la gente è talmente accecata da non vedere quanto la nostra cittadina sia stata imbrattata (pensiline di autobus, muri, cassonetti, ecc.) da questi sporcaccioni con i loro squallidi manifesti? No, non possiamo credere che i cittadini non vedano questo scempio. Non possiamo credere che tutti si lamentano, lontano dalle elezioni, e poi il giorno in cui si vota vanno a scegliere quegli stessi partiti e quegli stessi uomini che hanno distrutto la nostra terra. La nostra meravigliosa terra. Che hanno tolto la speranza ai nostri figli, ai nostri giovani, alle nostre donne. No: non possiamo accettare tutto questo. Non possiamo accettare che un Oliverio si proponga come il nuovo e come colui che può salvare questa “barca”. Con quali credenziali? Con quali uomini? Con gli Adamo, i Bova, i Principe? No. Non possiamo accettare che un centro destra proveniente dallo scandaloso fallimento scopellitiano proponga uomini e prestanome che rappresentano la prosecuzione dello smantellamento di tutte le postazioni dello Stato avviato in questo territorio: tribunale, ospedali, stazioni ferroviarie. Noi diciamo NO a questa gente che ha ucciso anche la nostra speranza, la dignità di tutti i calabresi onesti. E per tale motivo invitiamo tutti i cittadini onesti a scegliere di votare, con consapevolezza e quel briciolo di dignità che ci è rimasta, il Movimento 5 Stelle, con a candidato Presidente CONO CANTELMI ,domenica prossima. E scegliere i nostri portavoce cittadini accanto a noi,persone oneste, serie, professionali, esemplari padre di famiglia, lavoratori . Uomini che ci ha messo la faccia, al di fuori da quell’accozzaglia rappresentata dal Partito Unico (PD-Forza Italia-NCD-FdI-sinistre fasulle), per il bene e per vero amore verso questa parte della Calabria, la Sibaritide, da sempre mortificata dai poteri occulti di altre zone della Calabria e da uno Stato finora assente e sordo ad ogni grido di aiuto. Per tale motivo, pensateci bene prima di votare: il Movimento 5 Stelle rappresenta l’unica speranza per una Calabria davvero migliore, bella e finalmente pulita.

20.11.2014 Rossano in Movimento {jcomments off}