Una partita da vincere. Non ha alternative l’Odissea 2000 Rossano nel match casalingo contro l’Acireale. La formazione calabrese, alla luce del magro bottino delle ultime tre partite (un solo punto) che l’hanno relegata al terz’ultimo posto della classifica, deve tornare al successo per iniziare a risalire la china prima che la situazione diventi più pericolosa.

A suonare la carica per una immediata inversione di tendenza è il capitano gialloblù Carmine Russo. Il calcettista rossanese, tornato pienamente a disposizione dopo il lungo stop per infortunio, è pronto a dare il suo apporto alla squadra.
“La partita con l’Acireale è di vitale importanza per uscire da questa situazione – ha detto Russo -. A mio parere ci troviamo in difficoltà per via dei tanti infortuni che ci stanno penalizzando, non è una scusa o un modo per piangersi addosso, purtroppo, è la realtà. In questi casi la cosa importante è continuare a lavorare con il massimo impegno per cercare di allontanarci al più presto dalla zona calda della classifica. Il gruppo è unito e ce la faremo”.
L’Acireale è un avversario temibile e dal dente avvelenato per le due sconfitte consecutive subite ad opera di Libertas Eraclea e Catanzaro. Bisogna stare attenti alla voglia di rivalsa dei siciliani, come avverte capitan Russo. 
“Queste sono gare nelle quali non puoi sbagliare nulla, dobbiamo affrontarla con l’atteggiamento giusto, con la massima attenzione e concentrazione per tutti i 40 minuti di gioco – ha spiegato -. L’Acireale è una compagine veloce, dinamica, capace di far male con le sue ripartenze. La nostra squadra, nonostante i risultati, sta crescendo e sono convinto che possiamo vincere questa partita e guardare al futuro con serenità”.
Carmine Russo, infine, chiede ai supporter gialloblù di non far mancare il sostegno alla squadra e alla società.
“E’ un’annata particolare per le tante vicissitudini che stiamo attraversando, ma, è soprattutto in questi frangenti che c’è bisogno del calore dei tifosi, a loro dico di starci vicino così – ha concluso – sarà molto più facile uscire da questa delicata situazione”.

Ufficio Stampa Odissea 2000 C5