Sarà presentato venerdì 5 dicembre (alle ore 18:30), presso la Biblioteca provinciale di Cosenza, il libro dal titolo: “Codex Purpureus. Il tesoro di Rossano” di Antonio Domenico Chiarello. Dopo i saluti del Presidente della Provincia Mario Occhiuto e di Angela Martire (Presidente Associazione Culturale ARS Enotria), seguiranno gli interventi di Coriolano Martirano, storico, segretario perpetuo dell’Accademia Cosentina.

I soci di ARS Enotria, infine, avranno la possibilità di dialogare con l’autore. Il Codex Purpureus Rossanensis è un manoscritto greco miniato, composto da 188 fogli di pergamena “color porpora,” contenenti il Vangelo secondo Matteo, il Vangelo secondo Marco e una lettera di Eusebio a Carpiano sulla concordanza dei Vangeli. Fu ritrovato nel 1879 all’interno della sacrestia della Cattedrale dedicata a Maria Santissima Achiropita di Rossano da Adolf Von Harnack. Il Codex riporta testi vergati in oro ed argento ed è impreziosito da 14 miniature che illustrano i momenti più significativi della vita e della predicazione di Gesù, di cui alcune costituiscono tra le prime e più preziose rappresentazioni della figura di Pilato. La Biblioteca provinciale di Cosenza possiede una copia in fac-simile, nel formato originale del prezioso manoscritto, che, per l’occasione, sarà esposta al pubblico.

ANTONIO LE FOSSE