Dall’EATALY POINT di NEW YORK al Parlamento Europeo ed all’Ambasciata d’Italia a BRUXELLES. AMARELLI indiscusso ambasciatore dell’eccellenza italiana in Europa. Un ulteriore momento di attenzione e di riconoscibilità per la Calabria è per Rossano, Città della quale la liquirizia rappresenta, senza dubbio, il marcatore identitario più noto al mondo.

Lo dicono anche nella più grande assemblea democratica, l’Europarlamento dove, nei giorni scorsi, si è tenuta con successo la seconda sessione di TECHITALY 2014, tra i più importanti eventi dedicati al food, alla qualità e sicurezza alimentare in vista di EXPO 2015. – Sempre maggiore scarsità delle risorse da una parte, aumento crescente della domanda di cibo con l’incremento demografico dall’altra. Dall’artigianato all’agroalimentare, la trasformazione resterà il più autentico valore aggiunto del MADE IN ITALY.  È racchiuso in quest’ultimo passaggio la sintesi dell’apprezzato intervento di Fortunato AMARELLI, Amministratore Delegato della storica Fabbrica di Liquirizia, tra i prestigiosi relatori invitati a sedere alla prima delle tre tavole rotonde dell’evento promosso dall’Ambasciata d’Italia ed ICE Bruxelles, d’intesa con la Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’UE, grazie al contributo del Ministero dello Sviluppo Economico e con il coordinamento dello Studio Must Consulting. Ci sono una serie di prodotti italiani – ha dichiarato AMARELLI – che hanno ed avranno sempre il bisogno di materie prime importate dall’estero per poi essere trasformate in eccellenze italiane. Ed è e sarà sempre di più questo aspetto strategico ed inimitabile, ovvero l’esperienza secolare tramandata di generazione in generazione, il savoir faire in tutti i settori ed in particolare nell’agroalimentare e la nostra originale capacità di trasformazione il più forte e competitivo MADE IN ITALY che dovremo difendere e continuare ad alimentare e promuovere. Molti prodotti, del resto, come la pasta ed il caffè, simboli del Made in ITALY, sono già oggi necessariamente realizzati con materie prime non provenienti dall’Italia rispetto ad un fabbisogno planetario in costante crescita e che altrimenti, il nostro Paese, per estensione agricola e risorse, non riuscirebbe a soddisfare.

VIDEO su YOUTUBE
CLICCA/DIGITA
https://www.youtube.com/watch?v=VMalTTEXt2Q
 
DAL MIN.04.17 ESTRATTO INTERVENTO FORTUNATO AMARELLI