Forse domani, il condizionale è d’obbligo in casi del genere, i 150 lavoratori Lsu-Lpu che da oltre 15 anni lavorano (ovviamente come precari) nell’ambito della struttura del comune di Rossano, dovrebbero essere convocati presso gli uffici dell’ente bizantino per sottoscrivere il contratto di lavoro, che dovrebbe porre queste unità lavorative nella condizioni di avere finalmente un lavoro maggiormente stabile rispetto al passato.

Tutto ciò dovrebbe essere possibile in quanto il Comune di Rossano è stato inserito nella graduatoria per la contrattualizzazione varata dal Ministero del lavoro. I tempi per poter effettuare gli adempimenti previsti dal ministero sono abbastanza ristretti tenuto conto che la sottoscrizione del contratto deve avvenire entro il 31 dicembre prossimo, al fine di consentire al comune di Rossano di poter usufruire del finanziamento che ammonta a circa due milioni di euro. Ma in realtà cosa andranno a firmare i 150 lavoratori ? I lavoratori andranno a firmare un contratto a tempo determinato della durata di un anno e che prevede un orario di servizio settimanale di 26 ore. Al termine di questo periodo, secondo quelli che sono stati gli accordi presi in precedenza, per queste 150 unità lavorative dovrebbero crearsi le condizioni affinché finalmente potranno avviarsi verso un contratto di lavoro a tempo indeterminato. E’ chiaro che l’augurio che formuliamo a questi 150 lavoratori è che in un futuro alquanto prossimo possano finalmente contare su lavoro stabile e duraturo.

Giacinto De Pasquale