Il recente contratto firmato dai 150 lavoratori Lpu-Lsu che lavorano presso il comune di Rossano non è merito del sindaco Antoniotti bensì degli esponenti politici, ai vari livelli, del Partito Democratico. E’ questo il senso di un comunicato stampa diffuso in proposito dal consigliere comunale del Pd, Teodoro Calabrò.

“La contrattualizzazione dei lavoratori Lsu-Lpu – afferma Calabrò – è frutto di un grande lavoro della deputazione del Pd calabrese, che ha saputo vincere grandi resistenze ed è anche prima prova del buon governo di Mario Oliverio. Tutto ciò è stato possibile anche – prosegue l’esponente del Pd – grazie al lavoro dei parlamentari del Pd, e in particolare, dell’on. Bruno Bossio, che con la sua determinazione ha ottenuto un anno fa, con la legge 147/2013 (legge di stabilità 2013) il finanziamento di 50 milioni di euro e, infine, il superamento di vincoli come quello del 20% di rapporti a tempo determinato sul totale dei tempi indeterminati. Lo stesso vale – così termina Teodoro Calabrò – per il presidente Oliverio che ha impegnato 38 milioni di euro per garantire la contrattualizzazione dei lavoratori per l’intero anno. Auspico l’impegno di tutti per il futuro affinché vengano recuperate le risorse per il 2016 e si passi alla stabilizzazione”.

Giacinto De Pasquale