Napolitano Apprezza La Sensibilita’ Della Piccola Denise Rispetto Al Problema Dello Sfruttamento Minorile.
Continua la corrispondenza tra l’Associazione socio-culturale rossanese “ALI LIBERE”, presieduta da Anna Patrizia UVA, la piccola Denise SAPIA e l’uscente Presidente della Repubblica Giorgio NAPOLITANO. Un filo diretto fatto di lettere ed iniziato nel 2012 con “ALI LIBERE” e che oggi prosegue con la piccola rossanese Denise SAPIA, ormai conosciuta per il suo ruolo nel mondo cinematografico

(a Marzo il salto sul grande schermo con l’uscita nazionale del film “Nomi e Cognomi” regia di Sebastiano Rizzo, prodotto da Corrado Azzollini, in cui vedremo Denise al fianco della grande Maria Grazia Cucinotta e di Enrico Lo Verso), non solo per le sue innate doti di recitazione ma anche e soprattutto per gli scopi benefici e lodevoli a cui sono orientati i prodotti cinematografici a cui prende parte.
Degna di nota, infatti, è la portata e la valenza dei progetti a cui la dolce Denise prende parte: tra gli ultimi, il cortometraggio “SILENT NIGHT”, diretto dal regista cosentino Luca FORTINO, prodotto da FILMAKERITALIA e dove da protagonista racconta, con poche ma forti immagini, il diffuso problema dello sfruttamento dei bambini poveri che chiedono l’elemosina davanti ai supermercati e la superficialita’ di alcune persone ricche che pur avendo tanto dalla vita non fanno niente per questi esseri innocenti. 
A dimostrazione di un impegno solidale e benefico da parte di una bambina di soli 10 anni, con l’interpretazione prima nel lungometraggio “TIENIMI STRETTO” e successivamente in “SILENT NIGHT”, la lettera del Capo dello Stato Giorgio NAPOLITANO che, nonostante gli impegni, le preoccupazioni dovute alle sue dimissioni, trova comunque il tempo di delegare il suo Consigliere Direttore dell’Ufficio di Segreteria del Presidente della Repubblica, Carlo GUELFI, per rispondere alla lettera della rossanese SAPIA.
“”…Il Capo dello Stato ti  ringrazia, inoltre, per averlo reso partecipe delle tue riflessioni sullo sfruttamento minorile, piaga purtroppo difficile da estirpare, e comprende il tuo dispiacere e la tua sensibile preoccupazione nei confronti dei bambini meno fortunati...”
Sono solo alcuni passi della lettera scritta dal Consigliere Direttore dell’Ufficio di Segreteria del Presidente della Repubblica, Carlo GUELFI,  proprio il 14 Gennaio 2015, data che coincide con quella delle sue dimissioni; quindi, doppia soddisfazione ed onore per DENISE che si vede protagonista, anche per un solo attimo, dei pensieri del Presidente, oberato soprattutto quel giorno da impegni e lavoro.
Denise, con questo piccolo traguardo (per lei traguardo perchè non succede ogni giorno e a tutte le bambine di 10 anni di ricevere una lettera dalla più alta carica dello stato), vuole lanciare un messaggio a tutti coloro i quali vengono scoraggiati dalle nostre istituzioni: “Nonostante gli intralci burocratici che a volte bloccano dei valevoli progetti sul nascere, nonostante il disinteresse di alcune istituzioni politiche che si girano dall’altra parte quando gli si chiede il sostegno per sviluppare un’idea, io vengo apprezzata in quello che faccio nel mio piccolo dal Presidente della Repubblica”.