E’ stata presentata presso il Castello Ducale, nel corso di una conferenza stampa, la seconda stagione concertistica “Città di Corigliano”. All’incontro con la stampa erano presenti il direttore dell’Istituto Musicale Chopin M° Giorgio Luzzi, e gli Assessori alla cultura Prof. Tommaso Mingrone e allo Spettacolo Sign. Francesca Ceo. La rassegna aprirà i battenti domani sabato 21 febbraio alle ore 19:00 con il concerto “I percussionisti del Paisiello”.

Un ensemble di strumenti a percussioni, con arrangiamenti per marimbe, vibrafono, percussioni un modo efficace per proporre al pubblico pagine di grande musica. Si tratta di un evento giunto alla seconda edizione e che, l’anno precedente, ha dato lustro alla città per la qualità degli eventi e per la presenza di artisti di chiara fama. La stagione è organizzata dall’Istituto Musicale  “Fryderik Chopin” e dal Conservatorio di Musica “G. Paisiello” di Taranto, con il patrocinio del Comune di Corigliano Calabro, della Regione e della Provincia. Gli appuntamenti in cartellone sono otto. Oltre all’ensemble di percussioni di sabato sera, si terranno:
01 Marzo concerto “C’era una volta il Jazz” a cura dei f.lli Almaviva;
15 Marzo concerto “Diamond Strings” a cura del Quartetto di arpe;
28 Marzo recital pianistico a cura di Anna Chiara Buccoliero;
12 Aprile Recital di Canto Lirico a cura di Loredana Cinieri e Massimiliano Picuno;
18 Aprile concerto del “Sertango Quartet”;
9 Maggio concerto per pianoforte e flauto a cura di Annalisa Dastoli e Daniela Durante;
23 Maggio concerto sinfonico a cura della Paisiello Symbola brass e di Larry Franco.
E’ un’edizione di grande qualità, per gli artisti che si esibiranno e per il numero degli appuntamenti, ha affermato l’assessore Mingrone, come amministrazione vogliamo che questa stagione concertistica diventa un appuntamento stabile, in quanto rappresenta  dal punto di vista culturale un momento  di valorizzazione positiva dell’immagine della nostra città.  La rassegna musicale rappresenta un virtuoso compromesso fra generi musicali diversi, un raffinato mix di proposte ha sottolineato il direttore artistico dell’evento Giorgio Luzzi in cui si esibiranno artisti di chiara fama. Questa rassegna vuole contribuire ad arricchire il bagaglio culturale dei nostri giovani, aiutandoli ad apprezzare i valori universali della musica, della cultura e dell’arte.