Sono un ragazzo nato a Rossano, ma vivo a Siena da diverso tempo. Scrivo per esprimere il mio profondo dispiacere nel vedere in che condizioni versa la Città di Rossano, e nel sentire continuamente le istituzioni locali affermare il loro impegno verso questa città. Se veramente la giunta comunale tiene a cuore questa cittadina, allora senza pensarci su due volte rimuoverebbe la struttura enel dal territorio, dal momento che trattasi di una macchina che più che creare occupazione crea solo morti;

ancora, perché nella contrada Piana dei Venti vi è una discarica a cielo aperto che contamina l’area circostante, e la stessa cosa accade nei pressi del torrente celadi, ove la spazzatura rischia di finire in mare. I rossanesi hanno bisogno di un’adeguata struttura ospedaliera, di un tribunale che purtroppo è stato rimosso, di una nuova statale 106 che produce un numero ingente di morti ogni anno, di un ambiente pulito e sano che faccia vivere bene la gente e attragga le attenzioni dei turisti, di imprenditori che investano seriamente per creare occupazione. Una cosa molto intelligente potrebbe essere quella di utilizzare antichi palazzi abbandonati ( come quello che un tempo ospitava l’ACLI ) per portare delle sedi universitarie, che migliorerebbero le condizioni culturali della città. Il centro storico, molto bello ma allo stesso tempo molto trascurato, ha bisogno di maggior sicurezza e protezione dalla criminalità, ahinoi, minorile sempre più diffusa ( basti vedere lo stato di degrado in cui versano i quartieri di San Michele, Pente, San Martino ecc. ). Spero che qualche membro della giunta legga questo messaggio e ne prenda atto.