Al via le demolizioni di stabili fatiscenti e pericolanti nel centro storico di Rossano. Si tratta di interventi migliorativi con la riqualificazione e l’ampliamento della viabilità interna, l’eliminazione di barriere architettoniche, la realizzazione di nuovi percorsi pedonali e spazi sociali, la creazione di spazi verdi e parcheggi.


Gli interventi programmati sono 8: via Duomo, via XX Settembre, via Labonia, via T. Mandatoriccio, via Prigioni, via Borghesia, via S. Bernardino, via Amendola. Non solo, ma per il vicesindaco Guglielmo Caputo le iniziative mirano a rivitalizzare e migliorare la qualità della vita nel borgo antico, per un importo complessivo di 277 mila euro. Il finanziamento deriva da fondi reperiti da economie di opere pubbliche. Interventi previsti nel programma del sindaco Giuseppe Antoniotti. Nell’ambito dell’intervento Pisu, finanziato dalla Regione Calabria di cui al Por Calabria 2007-2013, l’Amministrazione comunale per avviare l’acquisizione e successiva demolizione dei fabbricati individuati nell’intervento progettato, ha previsto la procedura espropriativa degli immobili attualmente di proprietà privata, ai fini pubblici.
Pietro Gaccione