Su istanza dell’Avv. Francesco Nicoletti, il GIP presso il Tribunale di Castrovillari ha revocato la misura cautelare degli arresti domiciliari alla quale era sottoposto Scigliano Francesco, ventiseienne pregiudicato rossanese, indagato di rapina aggravata. I fatti risalgono alla scorsa estate allorquando i Carabinieri, su segnalazione di una rapina nel centro storico di Rossano, si portavano in una abitazione in Rossano Centro ove una anziana signora riferiva di essere stata rapinata da due ragazzi.

La signora C.M. veniva aggredita e minacciata dai due malviventi e denunciava alle forze dell’Ordine, intervenute sul posto, di essere stata vittima di una rapina subita all’interno della propria abitazione ad opera di due ragazzi che agivano con guanti in lattice e il volto travisato con collant. I due malviventi dopo averla immobilizzata, legandola ad una sedia con del nastro adesivo, la minacciavano di morte puntandole alla gola un coltello seghettato, al fine di farsi consegnare oggetti in oro e denaro. L’anziana signora veniva, dunque, immediatamente trasportata presso il P.O. di Rossano. Successivamente la vittima identificava uno dei due aggressori nello Scigliano, al quale residua un obbligo di dimora con divieto di allontanamento nelle ore notturne.

Giacinto De Pasquale