A distanza di un anno dalla nostra pubblica dissertazione inerente il reperimento dei fondi, da parte dell’Amministrazione Antoniotti, per l’ampliamento dell’Anfiteatro nel centro storico, ci troviamo a disquisire sull’avanzamento dei lavori della struttura questionata. Orbene, man mano che i giorni passano, i lavori incessantemente continuano senza sosta e ciò è sinonimo di una Città ritornata a vivere attraverso l’evidente e cristallina edificazione di opere pubbliche.

A tal uopo, ricordiamo a noi stessi, come la nostra Rossano ha vissuto un quinquennio buio nel quale o non vi erano cantieri aperti o, ancor peggio, questi sussistevano con l’unico intento di sfregiare opere pubbliche. L’esempio plastico e vivente, in illo tempore, fù l’Anfiteatro nel centro storico il quale, maldestramente, venne sfigurato con l’intento di salvaguardare il vecchio stadio comunale Maria De Rosis riducendo notevolmente, così, le dimensioni della struttura. Per tale ragione, nel lontano 2010, pubblicammo un comunicato nel quale stigmatizzammo duramente lo stato dei luoghi e il pedissequo abbandono della costruzione.
Ebbene, focalizzando l’attenzione sull’oggetto del discorso, abbiamo contezza che l’opera una volta terminata rappresenterà uno dei punti nevralgici per le attività artistico – culturali dell’intero comprensorio sibarita. 
La rettifica dell’opera è avvenuta attraverso la rimodulazione della programmazione Pisu e, pertanto, con un pizzico di orgoglio, osiamo dire che nell’imminente futuro l’Anfiteatro nel centro storico raffigurerà: “ la struttura più bella del meridione d’Italia “.
Tale affermazione, sostanzialmente, gode di una valida motivazione la quale, scevra da ogni tipologia di esaltazione e demagogia, patirà forti critiche da parte dei più. Epperò, la motivazione cardine di questa nostra asserzione trova sua dimora nella strategica ubicazione nella quale la struttura riversa stante la visibile presenza di un paesaggio naturale unico e non indifferente. Tale contingenza, certamente, non ci rende secondi a nessuno, perciò, occorre valorizzare sempre più il nostro territorio “andando oltre” distaccandoci vigorosamente da ogni tipologia di sterile polemica.
Forza Italia Giovani Rossano, in conclusione, auspica che l’opera possa diventare un baluardo per la Città di Rossano e per l’intero comprensorio sibarita. L’obiettivo che una buona Amministrazione deve porsi, di qualsiasi colore politico esso sia, è quello di evitare di creare cattedrali nel deserto.

                                                                                       Forza Italia Giovani Rossano
                                                                                              – Dott. Antonio Stasi –