BUONA SALUTE, LA PREVENZIONE È CULTURA

I complimenti dell’assessore Pizzuti e dell’Amministrazione Comunale
 La prevenzione per una buona salute è cultura. Soprattutto se questa inizia e si forma all’interno delle scuole e nelle famiglie. A partire dai problemi che possono manifestarsi dalla prima infanzia, causati dagli effetti di un ambiente sempre più mutevole, piuttosto che quelli legati all’alimentazione. Conoscere, quindi, è essenziale per saper capire e confrontarsi in maniera più concreta con le diverse patologie.

In questo è essenziale il lavoro che quotidianamente svolgono i pediatri di famiglia mirato a curare ma anche e, soprattutto, a informare su come evitare, attraverso buone azioni e sane abitudini, l’insorgere, nel corso della vita, di diverse problematiche.
 
È quanto afferma l’assessore alla Cultura e Pubblica istruzione, Stella Pizzuti, salutando e dando il benvenuto nel territorio della Sibaritide agli specialisti e agli studiosi provenienti da ogni parte d’Italia che sono intervenuti al congresso della Federazione italiana medici pediatri (Fimp), in programma a Thurio presso l’Hotel Bv Airone, promosso dalla segreteria provinciale diretta dalla pediatra rossanese Maria Grazia Sapia.
 
L’importante attività informativa della Fimp – dichiara Stella Pizzuti – va sostenuta da tutti quei soggetti della società civile e del terzo settore impegnati a divulgare il messaggio dell’importanza della prevenzione. A partire dalle scuole e dalle famiglie. L’importanza della prevenzione, infatti, è una questione che riguarda tutti perché aiuta ad affrontare con più coraggio e senza paura le malattie, soprattutto se essa è praticata sin dalla tenera età. Ecco perché il cammino sociale, di sensibilizzazione permanente, intrapreso dai pediatri della provincia di Cosenza, guidati dalla nostra concittadina Maria Grazia Sapia, credo sia un tassello importante in quel più grande mosaico rappresentato dalla prevenzione per una buona salute. Alla quale, tutti i cittadini con eguale dignità, dovrebbero avere diritto ad accedervi. E credo che la scuola – conclude l’Assessore alla Cultura e Pubblica istruzione – sia il miglior strumento per raggiungere questo obiettivo.

I qualificati docenti intervenuti tra i quali il neuropsichiatra infantile Prof. Biggio, e l’esperto internazionale sulle tematiche ambientali, Prof. Burgio, sono stati omaggiati dell’ultima opera letteraria del Prof. Giovanni Sapia “Il romanzo del Casale”, della nuova guida turistica della Sibaritide per Expo prodotta dai Comuni dell’Area urbana Corigliano-Rossano e dalla Biblioteca nazionale di Cosenza e di un bouquet di gusti della prestigiosa liquirizia Amarelli di Rossano.