Continua ad essere molto ingarbugliata la situazione intorno alla Rossanese. Passano i giorni ma di notizie certe nemmeno l’ombra. Dopo lo scambio di dichiarazioni teso e polemico tra l’attuale commissario Rago e l’ex reggente della società, Luberto, resta l’incertezza intorno ai colori rossoblù. Montano le polemiche, ma di fumata bianca nemmeno a parlarne.

Resta in piedi purtroppo, forse scoraggiando i possibili investitori interessati, la questione debitoria del club.  Anche su questo aspetto sono diverse le notizie che filtrano. Una forbice molto ampia, c’è chi parla di cinquantamila euro di debiti e chi dice che per ripartire saldando i creditori ne basterebbero meno della metà. Vicende ormai arcinote. Vertenze Cipparrone ed Andreoli, tecnici ingaggiati comunque non dagli attuali dirigenti, premi di preparazione degli juniores, questi i nodi da sciogliere prima di metà mese.  L’appeal rossoblù comunque continua ad esserci. Infatti sono diversi gli imprenditori interessati alle sorti della squadra. C’è al momento una serie di spettatori incuriositi alla vicenda, anche qualcuno terzo alle precedenti cordate. Il tempo dirà se c’è vero interesse da parte di questi soggetti o solo voglia di mettere in circolo voci destabilizzanti.  Intanto i giorni passano e la Rossanese si ritrova in prima categoria e con un futuro incerto.