Le celebrazioni per il centenario dall’entrata dell’Italia nella Prima guerra mondiale riscontrano su tutto il territorio nazionale l’attenzione di studiosi e ricercatori. La storia della Grande Guerra dei suoi protagonisti, del contesto culturale in cui si sviluppò, viene ora raccontata dal nuovo libro di Giuseppe Ferraro Dalle trincee alle retrovie.

I molti fronti della Grande Guerra (2015) frutto delle attività dell’Istituto calabrese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea e patrocinato dal comitato nazionale per le celebrazioni della Presidenza del consiglio dei ministri. Il giovane studioso nativo di Longobucco aveva dedicato al tema già altri studi: nel 2014 per i tipi Le Monnier della casa editrice Mondadori aveva pubblicato un saggio sulla neutralità in Calabria. Nel libro di Ferraro trova spazio anche la storia di un soldato rossanese che viene accuratamente descritta e raccontata grazie alla documentazione messa a disposizione dalla Biblioteca Minnicelli di Rossano. Ampio spazio viene dedicato anche ai monumenti della vittoria come quello del centro storico di Rossano oggetto di attenzione nel volume (cfr. saggio M.T. Sorrenti). 

Fabrizio Ruso