Siamo nel terzo millennio ma qui a Rossano, la città del Codex ,patrimonio dell’Unesco a quanto pare risulta essere più importante di noi cittadini togliendoci il bene essenziale della vita : l’acqua.  Di questo nessuno, nè maggioranza nè opposizione nè movimenti ne parlano , tanto noi cittadini di Rossano paese siamo buoni solo per le votazioni, per tutto il resto non contiamo.

Eppure paghiamo le bollette che ci arrivano, gente come me ,statali, sulle buste paghe ci ritroviamo una tassa che mensilmente ci viene decurtata, ci continuano a raccontare fronzoli come rotture di tubi, ma la verità è altra cosa, ci sono problemi burocratici tra Comune e Società che gestisce l’acqua, ma di tutto questo non importa a nessuno e chi continua a rimanere senza un bene primario siamo noi cittadini, non abbiamo possibilità di lavarci dopo una giornata di lavoro tanto loro, la maggioranza/ opposizione che abitano per la maggior parte allo scalo non hanno di questi problemi; su in paese li abbiamo ma tanto siamo solo gente di poco conto qui in paese.
Vorrei tanto che la gente di poco conto una volta per tutte si svegliasse e la protesta più forte che si possa fare è la consegna delle schede elettorali al Sindaco cosi visto che si vuole ricandidare con tutte le schede si può votare da solo.
Svegliamoci!  Diciamo basta a questo scempio.