Come da tradizione si è rinnovato anche quest’anno l’appuntamento con la Festività delle Forze Armate e la Commemorazione dei Caduti di Tutte le Guerre. La celebrazione si è svolta all’insegna del raccoglimento e della preghiera in memoria dei soldati di tutte le guerre che hanno sacrificato la propria vita per difendere la Patria, la Repubblica e la Democrazia. 

Grande partecipazione si è registrata anche  quest’anno da parte delle scuole di ogni ordine e grado. Una presenza notevole ed emozionante che sottolinea il valore della storia per le giovani generazioni.

L’iniziativa, è stata organizzata dall’Ordo militaris ac hospitalarius de Sanctae Mariae de Bethlehem diretto dal delegato provinciale Saverio CERZOSIMO, con la collaborazione dell’Istituto Nazionale Guardie d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon Delegazione di Cosenza, dell’Associazione Nazionale dei Carabinieri sez. di Rossano guidata dal Ten. Giacomo LAURICELLO, con l’inesauribile supporto della Pro Loco Rossano “La Bizantina” presieduta da Federico SMURRA, con il patrocinio del Comune di Rossano guidato dal Sindaco Giuseppe ANTONIOTTI e dall’Arcidiocesi di Rossano-Cariati.

La manifestazione è iniziata di buon mattino con il raduno dei partecipanti davanti al Municipio, il corteo di autorità civili e militari si è poi diretto verso la Cattedrale della SS. Achiropita dove è stata celebrata la Santa Messa in onore dei Caduti da S.E. Giuseppe SATRIANO Arcivescovo di Rossano-Cariati, coadiuvato dal parroco della Cattedrale Don Tonino LONGOBUCCO. Una funzione partecipata e sentita, in cui Monsignor Satriano ha colloquiato in modo spontaneo e vivace con i giovani uditori, narrando della guerra, del valore della pace e del sacrificio di quanti hanno immolato la propria vita per garantire ai posteri la pace, la democrazia, la libertà. Raccoglimento e preghiera hanno regnato tra i partecipanti che su invito dell’Arcivescovo si sono stretti per mano per recitare la preghiera per eccellenza il “Padre Nostro” per pregare il Signore in favore dei caduti di guerra  e di quanti ogni giorno  rischiano la vita per garantire la giustizia e la libertà nei popoli. Un silenzio eloquente ha invaso il duomo per percepire meglio il messaggio di pace e libertà tramandato dai caduti.

Dopo la liturgia religiosa il corteo si è diretto al Monumento ai Caduti dove il Sindaco ha depositato la Corona d’Alloro, il parrocco della Chiesa di San Nilo Don Pino Madeo ha effettuato la benedizione e le forze armate hanno eseguito il Saluto Militare. Erano presenti all’evento autorità militari, civili, e politiche tra cui gli assessori Stella PIZZUTI e Giandomenico Federico, i consiglieri comunali Lorenzo ANTONELLI e Teresa CAMPANA. Tra i militari un ringraziamento particolare per l’adesione e la vicinanza va alla Polizia di Stato, ai Carabinieri, alla Guardia di Finanza, alla Capitaneria di Porto di Corigliano, al Corpo Forestale dello Stato, ai Vigili del Fuoco e alla Polizia Municipale. Si ringraziano inoltre le diverse associazioni presenti e gli insegnanti ed i dirigenti scolastici per la partecipazione.