Ha vinto la solidarietà a Rossano. 10mila euro d’incasso con la vendita dei biglietti al costo di 5 euro che, allo stadio comunale “Stefano Rizzo” di Viale Sant’Angelo, ha richiamato il pubblico delle grandi occasioni sugli spalti per assistere all’emozionante incontro di calcio amichevole, a scopo benefico, tra il Chievo Verona (squadra di serie A) ed una rappresentativa formata da calciatori dell’A.S.D. Corigliano e dalla società sportiva Piragineti.

L’incasso, come è noto, sarà devoluto a quanti hanno perso tutto in occasione dell’alluvione del 12 agosto scorso, ma anche alla Croce Rossa Italiana (Sezione di Rossano) per l’acquisto di una tenda di posto medico avanzato e, in parte, all’Associazione “Vincenzino Filippelli” per sostenere le attività in favore dei malati onco-ematologici. Una giornata di festa e di sport all’insegna della solidarietà. All’evento sportivo ha preso parte anche il noto autore e produttore discografico, Giulio Rapetti (in arte Mogol), che ha dato il calcio d’inizio alla storica partita nella città bizantina. In tribuna d’onore, oltre a molte autorità civili e militari, era presente, tra l’altro, il Presidente del Chievo Verona, Luca Campedelli, che ha ringraziato gli organizzatori, oltre all’Amministrazione comunale, sia per aver scelto il proprio club e sia per la straordinaria accoglienza riservata. Prima del fischio d’inizio della gara, da parte della terna arbitrale, si è proceduto ad una breve cerimonia con la consegna di gadget, da parte del sindaco Giuseppe Antoniotti, a Mogol, Campedelli e all’Amministratore delegato della ThyssenKrupp, dott.ssa Lucia Morselli (dirigente del Chievo Verona), i quali hanno voluto rendere merito alla Giunta comunale ed i fautori dell’iniziativa per aver organizzato l’incontro di calcio a scopo benefico. Presente anche il Questore di Terni, il dott. Carmine Belfiore, rossanese di nascita. La gara, dopo i novanta minuti regolamentari, è terminata 11 a 0 per il Chievo Verona. Tante le emozioni in campo che ha entusiasmato i numerosi spettatori seduti sulle gradinate. Al termine dell’incontro, come era previsto, pacifica invasione di campo da parte dei tanti giovanissimi delle scuole calcio del territorio per un autografo e una foto ricordo con i calciatori della squadra veneta. Tra i più gettonati: Pepe, Paloschi e Pellisier. Soddisfatti, infine, gli organizzatori (in modo particolare Enzo La Pietra e Luigi Lefosse) per la buona riuscita dell’evento sportivo in cui, ancora una volta, ha vinto la solidarietà grazie alla straordinaria generosità di tanta gente che ha affollato, per l’occasione, lo stadio comunale “Stefano Rizzo” di Rossano.

ANTONIO LE FOSSE