Bella Domenica per i rossoblù di Rossano che con il minimo scarto regolano l’ostica pratica Scala Coeli. La giovane squadra del presidente Zumpano ottiene la seconda vittoria consecutiva, che proietta la Vigor al quarto posto della classifica. Mister Sidero opta per un offensivo 4 3 3 con qualche novità rispetto alla vittoria contro il Cariati. In porta va il giovane Rizzuto; in difesa Indrieri G. , Forte, Frontera e Farfalla; a dettare i tempi Siciliano con Curia (60° Indrieri E.) e Tortora M.; in attacco il trio De Luca, Dine e Russo (63°Morello).

Prima frazione di gioco molto contratta con le squadre che si studiano e sono poche le azioni degne di nota. Il trio d’attacco si fa sentire con qualche sortita di Dine e De Luca ed una insidiosa conclusione di Russo. Le due squadre lottano su ogni pallone e la difesa dei rossanesi fa buona guardia non concendendo nulla. Si va a riposo con uno scialbo 0 a 0.

Come contro il Cariati, mister Sidero trova le giuste parole per motivare i suoi che recepiscono il messaggio. Il secondo tempo inizia con una Vigor più aggressiva e propositiva. Vanno a conclusione De Luca e Dine, ma il portiere ospite è attento. Lo Scala Coeli cerca di colpire in contropiede, ma la difesa è granitica e non lascia spazio all’ottimo attacco dello Scala. I rossoblù continuano a spingere, anche grazie all’ingresso in campo di Indrieri E. e Morello che danno tanta vivacità.

Il momento clou arriva al 75° quando sull’ennesimo calcio di punizione battuto da De Luca, Farfalla viene trattenuto in area. L’arbitro non ha dubbi e decreta il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Siciliano che con freddezza spiazza il portiere.

I biancoazzurri di mister Abbruzzese tentano di reagire, ma la Vigor blocca ogni sortita offensiva ed in contropiede sfiora il raddoppio con Siciliano. Dopo 4 minuti di recupero arriva il triplice fischio finale che decreta la vittoria dei ragazzi di Rossano.

“E’ stata una partita sofferta e ben giocata dai miei ragazzi – dichiara il presidente Zumpano – alla fine il risultato è giusto. Sono felice per il risultato e per il lavoro che stiamo portando avanti.”