Il vile attentato mafioso, compiuto nei confronti del Sindacalista De Lorenzo della Camera del Lavoro di Corigliano Calabro, non deve passare sotto Silenzio. La mafia del lavoro nero imperversa nei territori della Giustizia negata con la soppressione del Tribunale. Non solo solidarietà ma indignazione contro una rassegnazione che ci attanaglia da troppo tempo. Non si può lasciare da soli quei pochi ed onesti uomini che si battono contro il lavoro nero e la mafia “delle braccia”.

Alzare la voce é un nostro preciso dovere. Mai più silenzio. Perché il silenzio é omertà, con il silenzio non facciamo altro che aiutare i nostri oppressori!! Alla solidarietà, alla mobilitazione delle Coscienze dobbiamo unire la nostra Voce, la Voce delle persone Pulite, la Voce di tutta la Gente, per riavere quel nostro Sacro Santo Diritto di Giustizia. Quella Giustizia, che oggi ci viene negata, ad ogni livello. Grazie anche ma direi soprattutto legata, ad una Cattiva Politica, una Politica che non ci ha tutelati. Una Politica che ha impoveriti, una Politica che ha impoverito tutto il nostro bellissimo territorio. Favorendo purtroppo questi episodi, legati a delle squallide vicende di sottobosco che noi definiamo Cattiva Politica. Al sindacalista, ed al sindacato facciamo sentire alta la nostra Voce. Mai più silenzio !!! #Rossano Futura Tonino Caracciolo.