Successo per gli eventi di “Natalitia 2015” a Rossano. Con l’arrivo dei Re Magi e della Befana, nella centralissima Piazza Steri, si è dato il giusto epilogo, nella serata di mercoledì 6 gennaio, alle diverse iniziative promosse, dall’Amministrazione comunale, nella città del Codex. Tanti i visitatori che, durante il periodo natalizio, hanno fatto tappa nell’incantevole e suggestivo centro storico bizantino per ammirare il presepe vivente rappresentato dai giovani dell’Azione Cattolica della Cattedrale di Rossano,

in collaborazione con l’Abvision’s di Antonio Abenante e grazie alla direzione artistica di Antonio Giampetruzzi, che ha richiamato tanta gente nel borgo antico. Bravi tutti i ragazzi che, in modo particolare, si sono cimentati, perfettamente, nei diversi personaggi a loro assegnati. Questi sono: Angela Cortina (Maria), Vincenzo Scigliano (Giuseppe), Maria Rago (Pastorella), Gabriele Graziano (Pastorello), Francesco Zagarese (Pastorello), Pasqualina Causo (Pastorella), da Simone Pignataro (Pastore), Antonello Sapia (Intarsiatore), Luigi Russo (Oste), Salvatore Bauleo (Intarsiatore), Lorena Cortina (Magliaia), Mariella Levante (Massaia), Giuseppe De Santis (Cretaio), Marco Esposito (Cretaio), Giuseppe Sapia (Oste), Dennis Pignanelli (Intarsiatore), Emanuel Pignanelli (Liutaio), Marika Papparella (Caldarrostaia), Marco Romeo (Liutaio). Le serate, inoltre, sono state allietate dalle melodie natalizie eseguite, dinanzi alla grotta nella centralissima Piazza Steri, da due zampognari e dai musicanti della città antica. I numerosi visitatori (provenienti anche dai diversi comuni dell’intero territorio), oltre a congratularsi con tutti i ragazzi e le ragazze della Cattedrale che si sono calati magnificamente nei diversi personaggi per rappresentare nel modo migliore il presepe vivente in piazza, hanno apprezzato, andando in giro per la città alta, le splendide luminarie natalizie, lungo il Corso Garibaldi, da Piazza SS. Anargiri a Piazza Steri; ma anche la mostra dal titolo: “Natività Contemporanea” e la “Domus dei Presepi” all’interno di Palazzo San Bernardino; la Mostra Malacologica (a cura del Museo delle Conchiglie di Roseto Capo Spulico – Fondazione Roberto Farina ONLUS) e il Piccolo Museo del Bizantino. Il 6 gennaio, festa dell’Epifania, si è dato il giusto epilogo agli eventi natalizi in città con l’arrivo sia dei Re Magi al Presepe vivente e sia della Befana nella centralissima Piazza Steri. La Befana, per l’occasione, ha distribuito a tutti i bambini, all’interno di una calza, caramelle e cioccolatini. Tanta la gioia “dipinta” nei volti dei tanti bambini che, per l’occasione, hanno raggiunto, accompagnati dai loro genitori, il centro storico bizantino per incontrare ed abbracciare la Befana. Molti di loro, senza alcun indugio, hanno voluto immortalare l’incontro con una foto ricordo. Complimenti, in modo particolare, all’Amministrazione comunale di Rossano, oltre all’intero staff dell’assessorato al turismo e spettacolo, per le diverse iniziative promosse in città; ai giovani dell’Azione Cattolica della Cattedrale per essersi cimentati magistralmente nei diversi personaggi del presepe vivente; all’Associazione teatrale “Lupus in Fabula” che ha curato la “Domus dei Presepi” all’interno di Palazzo San Benardino; alle artiste Riccarda Stabile e Francesca Romano che, nell’edizione 2015 di Natalitia, hanno dato vita alla mostra dal titolo: “Natività Contemporanea” con l’esposizione di pregevoli opere, realizzate da diversi artisti del territorio e non solo, apprezzate dai numerosi visitatori; ai giovani studenti, coordinati dal professore Isidoro Esposito, che hanno allestito il “Piccolo Museo Bizantino” con l’esposizione di mosaici di epoca bizantina. Molto apprezzata, tra l’altro, la mostra malacologica a cura del Museo delle Conchiglie di Roseto Capo Spulico. Eventi e mostre che, per l’occasione, hanno richiamato tanta gente, dal 13 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016, nell’incantevole e suggestivo centro storico bizantino. Diverse, infine, le iniziative di solidarietà promosse in città, da alcune Associazioni del luogo, finalizzate a raccogliere viveri da consegnare alle famiglie più bisognose e giocattoli da destinare ai bambini meno fortunati.

ANTONIO LE FOSSE