Rossano – Domenica  17 Gennaio 2016  si è celebrata la giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato ed il tema scelto di quest’anno dal Santo  Padre Francesco è stato  il seguente : ”Migranti e rifugiati ci interpellano. La risposta del Vangelo della misericordia”. Nel suo messaggio il Santo Padre Francesco richiama da subito e con forza all’amore di Dio verso i fratelli che compongono una sola famiglia umana:

“L’amore di Dio,intende raggiungere tutti e ciascuno, trasformando coloro che accolgono l’abbraccio del Padre in altrettante braccia che si aprono e si stringono perché chiunque sappia di essere amato come figlio e si senta “a casa” nell’unica famiglia umana. Gesù ci ha parlato così del Padre, per dire che Egli si china sull’ uomo piagato dalla miseria fisica o morale e, quanto più si aggravano le sue condizioni, tanto più si rivela l’efficacia della divina misericordia”.
“Una meraviglia che si apre ai nostri occhi e ci scomoda – dice il direttore dell’ Ufficio Migrantes Giovanni Fortino – nel tentativo di aprire i nostri cuori verso l’accoglienza dell’altro chinandoci come il buon samaritano”.
“In virtù di ciò, nella consapevolezza di agire per il bene comune – dice il vice direttore Don Giuseppe Pisani – facciamo nostro l’invito del Santo Padre Francesco ad essere altrettante braccia che si aprono e si stringono intorno ai nuovi poveri  con “premura paterna”.
                                                                                                           Antonio La Banca
                                                                                                   Ufficio Migrantes  Rossano – Cariati