Il big match della seconda giornata di ritorno vede la capolista Rocca affrontare i rossoblù della Vigor Rossano. La squadra del presidente Santo cerca la vittoria che sancirebbe la fuga solitaria, mentre i rossoblù del presidente Zumpano devono portare a casa un risultato positivo per restare agganciati al quartetto che lotta per i play off.

Il mister dei rossanesi, Sidero, sceglie di non stravolgere
tatticamente la sua squadra e scende in campo con il collaudato 3 5 2 con Scura tra i pali, in difesa il trio Farfalla-Forte-Frontera; a dettare i tempi Canino, coadiuvato da Tortora M. e Tinari, le fasce laterali sono occupate dai fratelli Indrieri; in attacco Russo e il rientrante Micciullo.

I primi venti minuti di gioco sono contratti, con le squadre
che si studiano tentando qualche tiro dalla distanza. Da segnalare l’uscita dopo venti minuti di Micciullo per un risentimento muscolare. Al suo posto entra Rotella. La Vigor si mostra più intraprendente e sfiora il vantaggio con Indrieri E. e non sfrutta al meglio due calci piazzati dal limite dell’area. I 
tre di difesa chiudono ogni spiraglio agli attaccanti del Rocca, Forte è in giornata di grazia. 

Al 35° nel momento migliore dei rossanesi, su un capovolgimento di fronte l’arbitro decreta un rigore a favore della squadra di casa. Fallo di mano di Indrieri G., inutili le proteste di Frontera e compagni. Sul dischetto si presenta Gaudiano F., ma Scura lo ipnotizza. Parata!

Si va al riposo sullo zero a zero, con buone sensazioni per
la Vigor Rossano.

Il secondo tempo inizia con il Rocca votato all’attacco. La
Vigor è sotto pressione e non riesce a costruire azioni degne di nota. Guadiano
prima e Cannataro dopo sfiorano il vantaggio. 

Il forcing della capolista non può durare a lungo e i rossanesi si organizzano con Canino e Rotella che prendono in mano le redini del gioco. Al 75° dai piedi di Russo parte l’azione decisiva. Palla per Tortora che crossa in area, respinta corta della difesa di casa ed è lesto Tinari ad approfittarne: tiro al volo che va a finire alle spalle del portiere.  E’ vantaggio.

Gli ultimi quindici minuti sono di sofferenza per i rossoblù. Il Rocca si riversa all’attacco, ma disordinatamte. Per la difesa è normale amministrazione. Russo e Tortora M. fanno cercano di colpire in contropiede senza sortire effetto. Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro decreta la fine della partita.

E’ festa per la giovane Vigor Rossano!

Contento mister Sidero che dichiara “Siamo venuti qui a giocarci la partita a viso aperto ed abbiamo avuto ragione. Il Rocca è una squadra costruita per vincere il campionato e questa vittoria ci riempie d’orgoglio. Questi ragazzi mi sorprendono ogni giorno! Ora testa alla partita contro il Campana.”

Anche il presidente Zumpano è felicissimo della vittoria “siamo venuti a Rocca per disputare una bella partita, la vittoria è la ciliegina sulla torta” e tiene a ringraziare “la grande famiglia Vigor Rossano a partire da Micciullo Gennaro, Farfalla Antonio, Pasquale Scalambrino, Lavia Giuseppe, il dottore Tortora, Pasquale Virardi e Patrizia Uva che ogni domenica mette a disposizione un’ambulanza.”