Con provvedimento emesso dal Tribunale di Catanzaro – Sezione Riesame – sono stati scarcerati Francesco Scigliano, difeso dagli avv.ti Francesco Nicoletti e Ettore Zagarese, e Antonio La Rocca, difeso dall’avv. Francesco Nicoletti. Sono stati entrambi sottoposti agli arresti domiciliari con imposizione del braccialetto elettronico.

Accolto anche il ricorso avanzato dall’avv. Francesco Nicoletti per il terzo indagato, Marcello Albertani, al quale la misura degli arresti domiciliari è stata sostituita con quella dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Tutti gli indagati erano già comparsi innanzi al Gip ed al pm ed in sede d interrogatorio di garanzia avevo chiarito la dinamica del furto, ripreso da telecamere installate sia all’interno del portone del palazzo che dell’abitazione della vittima. In tale circostanza emergeva che quest’ultima era stata pedinata da uno degli indagati prima che gli venissero sottratte le chiavi della abitazione, servite poi per accedere nella stessa per la perpetrazione del furto.