Il PD di Rossano mantiene il timone fermo in mezzo alla tempesta ed il caos dato dall’abnorme proliferare di candidati alla poltrona di Sindaco della Città di Rossano.

È di questi giorni la notizia dell’opportunità che si sta concretizzando per la Città di Rossano e per tutto il territorio, di individuare la soluzione all’annoso problema inerente il miglior riutilizzo del sito della Centrale Enel di Rossano.

Infatti, grazie anche al lavoro svolto sotto traccia dalla Consulta per l’Ambiente, il Territorio e la Protezione Civile coordinata dal Dott. Michelangelo Minnicelli e fortemente voluta dal Segretario Cittadino del PD Ing. Francesco Madeo, la Centrale Enel di Rossano sarà oggetto del Bando internazionale di idee Futur-E indetto da Enel.

Il bando Futur-E, per la seconda volta indetto in Italia, darà la possibilità al Nostro Territorio di essere al centro dell’attenzione del mondo, di centinaia di studi professionali, industrie ed aziende, le cui proposte saranno vagliate da Enel, anche in base al criterio della “Creazione di Valore Condiviso”, sposato dall’attuale A.D. di Enel Starace, al quale va il nostro plauso per la promozione di tali iniziative.

Il PD di Rossano lavora già da più di un anno all’individuazione delle migliori soluzioni per il riutilizzo della Centrale che, nel rispetto dell’ecosistema e del paesaggio, contribuirà, anche attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro, al rilancio economico e d’immagine della Città di Rossano.

http://www.futur-e.enel.it/it-IT/manifesto/impianti/rossano-calabro/

Sin dal febbraio 2015 la Consulta, promuovendo in spirito di collaborazione il confronto con personalità di livello e tecnici del settore, incassando la disponibilità degli stessi, ha mantenuto alto il livello di indagine sulle possibilità che le tecnologie moderne offrono, senza innamorarsi della prima idea, ma studiando e vagliando le proposte avanzate.

Nell’ambito di tali attività, abbiamo richiesto ed ottenuto di incontrare già a maggio 2015 il responsabile degli affari istituzionali di Enel, Dott. Giuseppe Meduri, nonché  avviare un dialogo con lo Staff impegnato nella organizzazione del bando Futur-E, potendo esporre le idee già emerse e confrontarci sui metodi.

Non venne fatta menzione pubblica di quell’ incontro, pur nella legittima e trasparente modalità in cui si svolse. Non cedemmo alla tentazione di accreditamento personale o partitico, nonostante la campagna elettorale già in corso e le elezioni distanti meno di un anno.

Già allora qualcuno parlava a vanvera di termovalorizzazione e oggi di Cloud Computing senza avere capito peraltro esattamente di cosa si tratti. Qualcun altro, in ritardo cronico, propone per la ennesima volta in 20 anni, un porticciolo, alla disperata ricerca di consenso ma senza le basi per un confronto serio e conchiuso con la realtà che è ed è stato il sito della Centrale Enel che, come già dichiarato alla stampa, non potrà essere chiusa definitivamente alla produzione di energia elettrica.

Di chi cerca autoaffermazione vuota di contenuti e di confronto, poco o nulla ci curiamo.

Le pretese personali da qualunque parte provengano, anche da nostri più o meno accreditati esponenti sostenuti da voti parentali o clientelari, non hanno mai risolto i problemi, ne offerto prospettive a lungo termine, che sono invece oggi necessarie.

Siamo convinti che per fare emergere soluzioni razionali dal caos che ci governa e risolvere problematiche vecchie e nuove occorra impegno condiviso e scambio di informazioni a tutti i livelli, che occorra collaborare nell’interesse comune nella consapevolezza di essere tutti utili, ma nessuno indispensabile.

A cavallo tra il mese di aprile e quello di maggio, il Pd di Rossano ha informato l’opinione pubblica del lavoro svolto dalla Consulta; lavoro ripreso dalla stampa locale l’8 maggio 2015, con menzione dell’idea di realizzare “l’Accademia degli sport estremi”.

Sei mesi dopo, a dicembre 2015, il primo concorso Futur-E, indetto per la ex centrale di Alessandria, tra glioltre 200 progetti partecipanti, ha visto vincere il primo premio di 20.000 euro il progetto di un parco per sport estremi.

È ovvio che il nostro territorio ha bisogno di ben altro di una accademia degli sport estremi, ma ciò ci incoraggia e ci conforta per la strada intrapresa, perché vuol dire che dal confronto, dalla partecipazione nell’interesse comune, le soluzioni dei problemi possono essere opportunità di rilancio, non solo per Rossano, ma per tutta la Sibaritide.

Per tali ragioni ed a tale scopo, nei prossimi giorni faremo menzione pubblica della Nostra visione per la Centrale Enel, in relazione al  bando Futur-E.

Per usare una metafora è come un treno in partenza: c’è chi lo prende in corsa, e chi non lo vede nemmeno se gli si ferma davanti con le porte spalancate.

Il Pd di Rossano ha lavorato e lavora affinché su questo treno possano salire tutti, nessuno escluso,ma per rimanere a bordo, poi, occorre essere buoni passeggeri.

Anzi, passeggeri utili.

 

PD Rossano