«Distretto sanitario Jonio-Sud senza un direttore dal 4 dicembre scorso, giorno nel quale il dottor Nicola Tridico, che aveva l’interim, ha rassegnato le dimissioni. Nessuno è stato nominato al suo posto, determinando una vacatio che penalizza ancora una volta la Sibaritide. A chi giova la mancata nomina?». È quanto afferma il consigliere regionale del Pd, Carlo Guccione.

«Il distretto Jonio-Sud parte da Rossano-Cariati – commenta ancora – e si ferma a San Giovanni in Fiore. L’ulteriore abbandono delle aspettative degli abitanti di un comprensorio così vasto provoca disservizi ai cittadini nel disbrigo delle pratiche per l’erogazione di servizi sanitari essenziali. La domanda di una buona sanità assume un significato maggiore in questo vasto comprensorio che aspetta da anni l’ospedale unico della Sibaritide e la revisione di una scelta sbagliata come la chiusura dell’ospedale di Trebisacce. Questo ulteriore problema deve essere risolto positivamente e al più presto. Un distretto così importante – continua il consigliere regionale – e grande della provincia di Cosenza non può stare senza un direttore di distretto che sappia coordinare il lavoro della sanitá territoriale. Anche perché nelle prossime settimane, visto che la casa della salute di Cariati è stata già finanziata con 9 milioni di euro, si dovrà provvedere a individuare i bisogni sanitari in quella importante struttura che può rappresentare un punto di riferimento in grado di soddisfare in modo efficiente il bisogno di sanità. Il direttore generale dell’Asp di Cosenza non può non nominare subito una figura competente in grado di far funzionare al meglio il distretto sanitario di Rossano. Il direttore è una figura essenziale: coordina tutti i dipartimenti, i servizi, le unità complesse e semplici presenti in un comprensorio. È un elemento chiave che trasferisce le istanze del territorio al direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale».