“Dobbiamo fare tesoro delle pratiche virtuose, perchè anche queste sono sinonimo di onestà”. Queste le parole del candidato a sindaco M5S Rossano Stanislao ACRI a conclusione del convegno  “Rossano <Città dell’Olio>”, tenutosi sabato 9 aprile presso l’Hotel Roscianum.

La manifestazione, che ha visto la partecipazione numerosa di produttori olivicoli e comuni  cittadini, ha inteso mirare all’obiettivo, mai preso in considerazione dalle passate amministrazioni, di far aderire Rossano all’Associazione Italiana Città dell’Olio, come altri comuni calabresi hanno fatto nel corso degli anni.
Due i relatori oltre al candidato a sindaco ACRI: l’On. Paolo PARENTELA (M5S), membro della XII Commissione Agricoltura, e il Sindaco di Saracena Mario Albino GAGLIARDI, nelle vesti di Coordinatore Calabria dell’Associazione “Città dell’Olio”.
“Gli accordi UE-Tunisia e UE-Marocco hanno permesso l’ingresso in Italia di olio e agrumi a dazio zero”, esordisce nel suo intervento l’On. PARENTELA, “calpestando così la vocazione agroalimentare di un’intera nazione. I nostri prodotti agricoli vanno tutelati ed etichettati, come da proposta di legge presentata dal M5S in parlamento”.
Il Sindaco GAGLIARDI invece sottolinea gli scopi dell’Associazione, “Promuovere l’EVO e i territori di produzione, divulgare la cultura dell’olio di qualità, promuovere e tutelare il paesaggio olivicolo”.
Conclude l’incontro, l’avv. ACRI con una promessa : “L’Amministrazione a 5 stelle aderirà all’Associazione Nazionale Città dell’Olio: questo favorirà la valorizzazione del prodotto e apporterà benefici ambientali, economici e sociali alla cittadinanza. Aumentando i controlli i produttori si sentiranno motivati e tutelati dalle contraffazioni. Garanzia di qualità sarà l’etichettatura che rappresenterà un valore aggiunto per l’azienda e la città tutta”.

Avv. Stanislao Acri
Candidato sindaco M5S Rossano