Mentre Stefano Mascaro sta ancora sfogliando la margherita, qualche primissimo segnale sembra giungere sui papabili che potrebbero sedergli al fianco in sala giunta.

Per l’esecutivo che verrà saranno necessari alcuni altri giorni, semplicemente perché le compagini di maggioranza sarebbero ancora nella fase della discussione dei criteri, l’identikit dei prossimi assessori. 

E se mentre Il Coraggio di Cambiare sembra orientato a dare un taglio netto al passato, quindi a non fare entrare in giunta chi ha già ricoperto l’incarico istituzionale di assessore, proprio Mascaro vorrebbe affianco a sé un fidato ex amministratore durante l’era Filareto, esperto della casa comunale, della politica rossanese e di amministrazione pubblica: Nicola Candiano.

Anima fondante del Partito democratico rossanese, già sindaco per un breve periodo ed assessore nel quinquennio 2006-2011: è più che probabile che il sindaco stia pensando proprio a Candiano, il quale potrebbe ricoprire un ruolo importante, non in termini di mere deleghe, ma esperienziale. Un nome, quello di Candiano, che però andrebbe a cozzare non certo con la volontà ma con i requisiti pensati e messi nero su bianco da Il Coraggio di Cambiare nel corso di una riunione, l’altra sera. Si vedrà.

Nel frattempo, sempre a proposito di Cci, un ruolo in giunta potrebbe assumerlo anche Vincenzo Scarcello,  coordinatore cittadino del movimento politico fondato dal consigliere regionale Giuseppe Graziano, ex presidente del Consiglio comunale negli ultimi quattro anni e mezzo. Già in quota Udc, Scarcello sembrerebbe proprio essere uno dei principali “papabili”, non fosse altro che per la sua esperienza e le arti diplomatiche sciorinate nell’ultima consiliatura. Quella che è stata la sua poltrona potrebbe essere occupata da Rosellina Madeo, la prima eletta in senso assoluto nella lista del Cci. Se così fosse, come accennato nei giorni scorsi, il vice sindaco potrebbe essere Aldo Zagarese.

Insomma, pare che tutto stia ruotando attorno alle figure del vice sindaco e del presidente del Consiglio comunale. Una delle due cariche dovrebbe essere ricoperta da un esponente del Partito democratico. I dem, oltre a Candiano, che pare sia espressa volontà del sindaco, quali altri nomi porteranno al vaglio di Stefano Mascaro per la composizione della giunta? E nelle fila de Il Coraggio di Cambiare, oltre a Vincenzo Scarcello, chi sono i favoriti? Difficile a dirsi anche perché sembra vigere il più stretto e assoluto riserbo sulla questione. Di certo, però, se ne saprà di più nei prossimi giorni.

Luca Latella