Mentre sono a New York, il direttore mi chiede un pezzo sull’ospedale unico della Sibaritide. Pura idiozia da queste parti, soprattutto se si pensa che l’ospedale unico sia il rimedio a tutti i mali della sanità locale. Così, dalla capitale del mondo e dalle sue eccellenze, focalizzo l’attenzione su quello che oggi è il vero problema della sanità calabrese: i medici, soprattutto quelli bravi, che cominciano davvero a scarseggiare.

Si tratta di una vera e propria emergenza, dovuta al fatto che le vostre scuole, a cominciare dai licei, che poi sono quelli che dovrebbero formare la nuova classe dirigente, perché è difficile pensare che un medico possa uscire da un istituto professionale (come è avvenuto in passato, con i risultati che tutti conosciamo), non sanno più produrre ragazzi capaci di superare il fatidico sbarramento dei test d’ammissione a quella che è, e resta, la professione forse più ambita dai giovani.
LEGGI ARTICOLO COMPLETO