Riceviamo e pubblichiamo:

Ma come? Non vi siete mossi quando hanno strappato alla città il Tribunale, quando l’hanno derubata dell’Ospedale; quando gli hanno rapinato la ferrovia; siete stati silenti quando sul terreno di uno della casta avete fatto costruire la più grande discarica  di rifiuti della Calabria; quando avete acconsentito che in questa città venisse realizzato un carcere di  massima sicurezza; 

quando per l’interesse di qualcuno di  voi vengono realizzate rotatorie assurde ad  enorme distanza dall’incrocio naturale (v: bivio Seggio); continuate ad essere  silenziosi e supini ogni giorno che un cittadino calabrese muore o una strage si compie sulla 106, e vi trovate ora, compatti come novelli tribuni e capipopolo a condurre la guerra  contro un pugno di immigrati che potrebbero essere ospitati a Rossano, fuggiti dalle bombe  e dalla violenza, dai naufragi e dalla fame.

Fra le tante negatività  con le quali avete macchiato questa città, ci mancava anche questa: di farla assurgere alla ribalta della cronaca –  questa che è stata sempre una città illuminata, aperta alla cultura ed alla ospitalità – come una città razzista (l’anti Riace,) che respinge il diverso.

Ci mancava anche questo alla decadenza di questa città.

In tredici , politici e politicanti, siete corsi ieri 5.9.2016 dal Prefetto di Cosenza  per denunciare chissà quale crimine… :il crimine dell’accoglienza! commesso da chissà quale delinquente …..un onesto professionista di riconosciuto  rigore morale.

Ma Sig. Sindaco Mascaro e 12 seguaci, poiché voi vi muovete sempre soltanto per l’interesse di qualcuno di voi, non vi sorge il sospetto di essere stati strumentalizzati da chi fra di voi, avendo già  costruito la propria villa o che se la sta costruendo, vicina o attigua al Parco dei Principi, la vista del diverso o addirittura del nero, possa danneggiarne il decoro? Ma per l’interesse di uno, la casta si compatta e granitica si muove  furiosa ,  contro che cosa? Contro i mulini a vento.

Inoltre, per la richiesta concessione a costruire, Sig. Sindaco, non era necessario un Piano attuativo?

Evviva la casta!

La presente lettera segue il comunicato trasmesso il 4.9.2016.

Rossano 5.9.2016

Delfino Benevento