Nuovo modo per trasmettere gli auguri. Stella sullo scuolabus per accompagnare i bimbi
Un modo nuovo e diverso per trasmettere gli auguri di buon avvio anno scolastico a dirigenti, docenti e studenti. Incontrando direttamente quanti operano ogni giorno nel mondo della scuola, confrontandosi faccia a faccia sulle principali questioni ed opportunità e investendo un po’ del proprio tempo per frequentare quei luoghi e quei percorsi vissuti quotidianamente dalla comunità scolastica.

 
È quanto hanno scelto di fare, innovando nei metodi, il Sindaco Stefano MASCARO e l’assessore alla pubblica istruzione Angela STELLA che martedì 13, hanno incontrato di persona gli insegnanti e i dirigenti scolastici Antonio PISTOIA delle scuole RONCALLI e DA VINCI, Celestina D’ALESSANDRO del plesso MONACHELLE e Tiziana CERBINO dell’Istituto Comprensivo Alessandro AMARELLI. Ad accompagnare gli amministratori c’era anche Giuseppe PASSAVANTI dirigente comunale del settore cultura.
 
Dal tragitto che da casa conduce a scuola, passando dalle aule, fino agli spazi deputati all’apprendimento e alla socializzazione. Quello che vuole essere un nuovo modo di approcciarsi con il mondo della scuola – dichiara l’assessore STELLA – parte da qui, dalla vicinanza e dal contatto con dirigenti, insegnanti e piccoli allievi, nel giorno che più di ogni altro si fa carico di emozioni, aspettative ed auspici: il primo giorno di scuola. 
 
Con l’assessore al personale Dora MAURO, la STELLA oggi (mercoledì 14), ha incontrato gli autisti ed è poi salita a bordo degli scuolabus comunali per accompagnare i bimbi a destinazione.
 
Razionalizzare e rendere più efficiente e funzionale il trasporto scolastico, creando punti unici di raccolta; e condividere percorsi di promozione e conoscenza del patrimonio storico-artistico-culturale locale e territoriale, a partire dal Codex. – Tra le idee emerse nel corso degli incontri che, di fatto, rappresentano un momento di approcciarsi, nuovo, tra mondo della scuola e istituzione, c’è quello di avviare una serie di incontri e confronti diretti Scuola-Comune per individuare eventuali criticità e trovare soluzioni comuni. – (Fonte: Lenin MONTESANTO – Comunicazione & Lobbying)