Mascaro: puntiamo sui marcatori identitari. Lupi (Città Olio): da qui riparte Calabria
 Fare del Codex e della millenaria tradizionale dell’Ulivo, tra i principali marcatori identitari della nostra terra, autentici e preziosi tesori ereditati dal passaggio dei monaci basiliani, le vere leve strategiche per il rilancio dell’economia e dei turismi. No ad assunzioni di paternità su questo risultato che è e sarà di tutti.

Recuperiamo semmai il ritardo coinvolgendo in rete tutti gli attori cittadini e territoriali: produttori, ristoratori, operatori turistici e consumatori. Metteremo un ulivo secolare all’ingresso della Città. – È quanto ha dichiarato ed annunciato il Sindaco Stefano MASCARO intervenendo, questa mattina (lunedì 31) all’incontro sul tema CITTÀ DELL’OLIO, TURISMI, SVILUPPO, al quale ha partecipato, tra gli altri, anche il Presidente dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio Enrico LUPI. Il Primo Cittadino ha colto l’occasione per dare comunicazione ufficiale dell’approvazione, da parte della Giunta, dell’atto di indirizzo per l’adesione al prestigioso sodalizio nazionale, auspicando che il Consiglio Comunale, al quale è demandata la richiesta approvazione finale, possa esprimersi all’unanimità. – L’evento, ospitato nel Teatro PAOLELLA nel centro storico, è stato promosso dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con l’Associazione Città dell’Olio ed il Convivium Slow Food Pollino Sibaritide Arberia.
 
Il Presidente LUPI ha espresso parole di apprezzamento ed elogio per il Sindaco e l’Amministrazione Comunale per l’impegno accolto con celerità ed entusiasmo. Un segnale forte – ha detto – che saprà ripagare ritardi ed attese. La Calabria ha tutte le carte in regola per crescere. La rivoluzione deve essere culturale: esigere olio dei nostri territori sul tavolo del ristorante significa aiutare i produttori e l’economia. Con l’importante ingresso di ROSSANO nelle città dell’olio – ha concluso LUPI – si riparte e si rilancia l’impegno del sodalizio in Calabria.
 
Coordinati da Lenin MONTESANTO sono intervenuti anche il Segretario Questore del Consiglio Regionale Giuseppe GRAZIANO che ha sottolineato la necessità di valorizzare le vocazioni tutelando i territori; il coordinatore regionale delle Città dell’Olio Mario Albino GAGLIARDI e Sindaco di Saracena, che ha spiegato come l’adesione al sodalizio significhi non solo promozione delle produzioni, ma anche dei turismi; Pino GIORDANO, capo Panel Arsac e responsabile della Guida Extravergine Slow Food Calabria, che ha sottolineato la necessità, anche in presenza di una crisi, di investire sulla qualità delle produzioni; Franco MAZZEI, presidente della Confederazione Italiana Agricoltori (CIA) Consulenza Calabria, che ha esortato a superare la frammentarietà ed tutelare la biodiversità e Saverio MADERA, docente di chimica al Liceo Scientifico che ha illustrato le importanti esperienze avviate sull’extravergine (dalla produzione alla costruzione del brand alla commercializzazione) con gli studenti nel Liceo Scientifico e del Classico. – Sono intervenuti, inoltre, Cesare RENZO in rappresentanza dei produttori locali di extravergine che da anni partecipano ad Olio Capitale, la più importante fiera specializzata interamente dedicata alle migliori produzioni di olio extravergine d’oliva a Trieste; Gino VULCANO, responsabile di zona Coldiretti, Parisio CAMODECA, direttore provinciale di Confagricoltura Cosenza; Elio PERCIACCANTE, rappresentante del Conseil Europeen Jeunes Agriculteurs (CEJA) e Catia CORBELLI in rappresentanza del Convivium Slow Food Pollino Sibaritide Arberia.