Si è tenuta nella mattinata di lunedì 7 novembre, nella sede della Cittadella, la riunione della Conferenza dei Servizi finalizzata all’illustrazione del Progetto definitivo per quanto riguarda la realizzazione del nuovo ospedale unico della Sibaritide. Alla conferenza hanno preso parte il Delegato del Presidente Oliverio per le Politiche sanitarie, Franco Pacenza, il dirigente generale alle Infrastrutture e ai Lavori Pubblici, Domenico Pallaria, ed il dirigente di settore Pasquale Gidaro.

Presente anche il consigliere regionale Giuseppe Graziano. Dopo l’illustrazione, da parte della società concessionaria del progetto che ha relazionato su tutti gli aspetti legati all’opera, sono stati affrontati anche temi di natura più tecnica come le interferenze, quali Terna e Snam, i vari allacci, i futuri accessi stradali al cantiere e l’approvvigionamento idrico. Su questo ultimo punto è stato dato mandato alla Sorical di predisporre un’ipotesi di forniture di nuovo impianto già previsto nell’area adiacente del nuovo ospedale. Sono state anche recepite le osservazioni ed i pareri di altri Enti preposti alla definizione del progetto. A conclusione degli interventi, poi, la riunione è stata aggiornata alla data di acquisizione di tutte le autorizzazioni e dei pareri necessari all’approvazione del progetto. Il nuovo ospedale, da quanto è stato spiegato in fase di illustrazione, avrà tutti i requisiti previsti dai modelli più avanzati in tema di ingegneria ospedaliera. Una struttura moderna e con un basso impatto ambientale, alta appena tredici metri, ricca di spazi verdi al suo interno, che sarà in grado di ospitare nel complesso 374 posti letto. La superficie totale sarà di 121.270 metri quadrati, mentre quella coperta di 16.279. Con l’illustrazione del progetto definitivo, da parte del concessionario, si dà il corpo vero della nuova e moderna struttura sanitaria della Sibaritide. Un vero e proprio parco ospedaliero che ora necessita di un concorso attivo di tutte le amministrazioni coinvolte. La Regione continuerà il suo lavoro di governo di tutte le necessità, al fine di garantire ed accelerare i tempi contrattuali di realizzazione. “La Regione – ha dichiarato Franco Pacenza – è pronta a costruire, col concessionario, anche un piano di accelerazione dei lavori. Oggi si è concordato, inoltre, a valle della discussione, un prossimo incontro, promosso sempre dalla Regione, con le città di Corigliano e Rossano, l’amministrazione provinciale di Cosenza e l’Anas per definire un piano di viabilità anche in previsione dell’avvio del cantiere. E’ proprio la fase iniziale dei lavori, col movimento terra, che necessita, infatti, di un supporto viario adeguato. Il Dipartimento Infrastrutture, intanto, continuerà il lavoro di sollecito dei pareri delle amministrazioni interessate”. L’incontro, dunque, è servito a fare ulteriori passi in avanti per quanto riguarda la realizzazione del nuovo ospedale unico della Sibaritide. Un progetto molto atteso dai tanti cittadini del territorio, affinché si possa garantire una sanità migliore ed evitare, così, i cosiddetti viaggi della speranza in altre strutture ospedaliere del centro-nord Italia.
ANTONIO LE FOSSE