Secondo i dati resi noti dai Monopoli di Stato la spesa media pro-capite per il gioco nel 2016 ha toccato quota 339,40 euro.

Stando poi a quanto pubblicato dall’Agimeg, la regione con la spesa pro-capite più alta è risultata la Lombardia (420,67 euro), seguita dall’Abruzzo (419,25 euro) e dall’Emilia Romagna (393,08 euro).

Sul versante opposto di questa singolare graduatoria si piazza la Calabria. La regione che si affaccia sul Mar Tirreno e sul Mar Ionio vanta una spesa pro-capite di 186,74 euro, nonostante ciò farà comunque parte dello studio “Il gioco d’azzardo in Italia: ricerca, formazione e informazione”.

Promosso dall’AAMS, l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, e realizzato dall’ISS, in particolare il Centro Nazionale per le Dipendenze ed il Doping, lo studio ha l’obiettivo di acquisire quante più conoscenze possibili sul fenomeno del gioco d’azzardo in Italia e al tempo stesso stimarne l’impatto sulla salute pubblica.

Lo studio si svolgerà fra i mesi di luglio 2017 ed il gennaio 2018 e vi prenderanno parte un totale di 27.000 individui.

Ai 15.000 studenti (ragazzi e ragazze di età compresa fra i 14 ed i 17 anni) di 200 scuole superiori di secondo grado andranno ad aggiungersi 12.000 adulti scelti in 218 comuni sparsi un po’ per tutta Italia. Sette quelli che rientrano nel territorio della Calabria: Crotone, Marano Marchesato, Melito di Porto Salvo, Motta San Giovanni, Reggio Calabria, San Fili e Spezzano Piccolo.

Un dato su tutti fa comprendere l’importanza che rivestiranno i risultati che saranno pubblicati nel corso del 2018: il comparto giochi vale poco più di un punto percentuale del prodotto interno lordo italiano.

Non solo. I più recenti indicatori mostrano tutti il segno “più”, soprattutto quelli riguardanti il settore dell’online che già nel passaggio dal 2015 al 2016 aveva fatto registrare a livello nazionale un +25%, raggiungendo una cifra pari a 1,03 miliardi di euro (il 5,4% del valore totale, rete fisica più rete virtuale).

Un indizio in più, se mai ce ne fosse bisogno, per dimostrare l’importanza di quelle pagine web che pubblicano recensioni di casinò online o siti di scommesse sportive, come ad esempio http://www.parttimepoker.com/recensione-del-sito-planetwin365-e-codice-promozionale.

Senza scordare che il player italiano può accedere solo a quei siti con licenza rilasciata dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, licenza che risulta uno strumento a tutela degli utenti, ma anche una garanzia circa la serietà dell’operatore.