E’ stato inaugurato, alla presenza di molte autorità, l’Emporium Cafè in Piazza Duomo nell’incantevole centro storico bizantino. Alla cerimonia d’inugurazione hanno preso parte, tra l’altro, il sindaco di Rossano, Stefano Mascaro, il padre Arcivescovo, S.E. Mons. Giuseppe Satriano, gli assessori comunali: Dora Mauro e Serena Flotta, ma anche numerosi imprenditori del luogo e semplici cittadini. 

Gli interventi, per l’occasione, sono stati coordinati dalla giornalista Erminia Madeo. L’Emporium Cafè è un’occasione, dunque, per costruire un percorso storico-culturale di Rossano e della Calabria in generale sia per una riappropriazione identitaria da far vivere agli stessi residenti e sia per presentare il territorio a coloro i quali vengono da fuori, in particolar modo ai turisti che gravitano, in misura sempre maggiore, intorno al Museo Diocesano dove è custodito il Codex Purpureus Rossanensis (Patrimonio dell’Unesco). Nei locali, a pianterreno di Palazzo Mannarino-De Falco, grazie alla piena sinergia dell’Associazione “Rossano Purpurea” e della società Five Fusion, prenderà vita un vero e proprio caffè letterario, un punto di ritrovo il cui respiro narrativo è tangibile in ogni singola scelta realizzata al suo interno: nello stile dell’arredamento, nelle installazioni artistiche, nei materiali e negli oggetti utilizzati per riempire con calore gli spazi. Gli stessi tavolini dove accomodarsi a gustare un tè e leggere, allo stesso tempo, un libro sono delle vere e proprie opere d’arte. Sopra di essi, infatti, sono stati dipinti i contributi letterari offerti dalle opere selezionate secondo due specifiche prospettive: una è la Calabria vista dal di fuori nelle opere principali del Gran Tour classico dei secoli scorsi, autori e opere che hanno riservato alla nostra Regione, l’altra sezione è “Rossano raccontata dal di dentro”, con i monumenti o le matrici identitarie principali della città. La ricostruzione storica del Palazzo che ospita l’Emporium Cafè viene offerta dai contributi preziosissimi del prof. Franco Filareto e del prof. Mario Massoni, che hanno curato una sintesi storica sulle varie fasi vissute dal maestoso palazzo Mannarino-De Falco, e dalla testimonianza vocale raccolta dal preside Giovanni Sapia insieme ai ricordi del preside Gennaro Mercogliano. Piazza Duomo, infatti, era originariamente un insieme di botteghe e di laboratori, aperti e vivacemente frequentati, dove non passava soltanto l’economia cittadina ma anche parte della storia politica e sociale della città. Il richiamo di tale florido passato è forte, ecco perché l’anima culturale rossanese lo riscopre affinché venga ritrovato e fatto rivivere nel presente, ovviamente in forme differenti. Diverse, poi, le case Editrici che hanno fatto omaggio dei loro testi mettendoli a disposizione degli ospiti che sosteranno nell’Emporium Cafè e che sono dislocati in vari spazi del locale, tra cui i suggestivi scaffali che riempiono le pareti. Queste sono Rubbettino, Ferrari Editore, Grafosud, ConSenso, Imago Artis e L’Eco dello Jonio. A queste si uniscono l’Associazione Ruskìa, che ha realizzato libri illustrati per bambini sulla storia della città, e la libreria Manzoni di Rossano, che, qualche anno fa, ha permesso la ristampa de “La Storia di Rossano” di Alfredo Gradilone. Prezioso, tra l’altro, il lavoro dell’architetto Ketty Campana, che ha curato il design del luogo, e quello della dott.ssa Francesca Sapia, che ha seguito gli artisti nelle loro installazioni. Molti di loro sono stati premiati, con la consegna di una pergamena, nel corso della cerimonia d’inaugurazione. La serata, dopo il tradizionale taglio del nastro e gli interventi di rito, è proseguita con un ricco buffet, dolce e salato, per festeggiare l’evento e con l’intrattenimento musicale a cura di quattro brave allieve del Liceo Scientifico di Rossano. Una nota di merito, in modo particolare, va ad alcuni e coraggiosi imprenditori del luogo che hanno voluto mettere in atto tale iniziativa: Questi sono: Fortunato Amarelli (Amarelli Fabbrica di Liquirizia), Mariella De Florio (Busitalia Simet Spa), Cinzia Traino e Walter Pulignano (Ecoross Srl), Domenico (Antonio) Tedesco (Andirivieni Travel), Ranieri Filippelli (Associazione Vincenzino Filippelli ed Azienda agricola Eredi Filippelli), Caterina Celestino (Celestino Tessuti), Vincenzo La Pietra (Lapietra Srl), Antonio e Vincenzo Monaco (San Luca Hotel e Monaco Costruzioni), Antonio Montagna (Montagna Spa), Alessandra Mazzei (Il Gelso Srl). L’Emporium Cafè sarà gestito da un qualificato staff sotto la direzione di Massimo Toscano, i fratelli Salvatore e Massimiliano Candia, Andrea Caroli e Gioacchino Campolo. Un plauso, infine, al giovanissimo Antonio Calarota, studente del Liceo Artistico di Rossano, che ha realizzato il logo di “Rossano Purpurea” che è l’Associazione che ha dato vita alla significativa iniziativa nell’importante Città del Codex.

ANTONIO LE FOSSE