Tribunale di Castrovillari, parte un esposto alla Procura con cui si chiede di verificare l’idoneità e la sicurezza della pavimentazione esterna di accesso. L’atto è stato depositato nella giornata di venerdì dall’Avv. Giuseppe Tagliaferro, rilevato il tasso di incidentalità che ha già coinvolto diversi soggetti. 

Si lamenta, nello specifico, la scivolosità della pavimentazione esterna di accesso al Palazzo di Giustizia e si chiede, pertanto, di verificarne “l’idoneità e la sicurezza” anche al fine di individuare eventuali responsabilità.

Richiamando la normativa vigente in materia di edifici pubblici, l’Avv. Tagliaferro chiede, nell’esposto indirizzato al Procuratore Capo Eugenio Facciolla, di “disporre tutti gli accertamenti tecnici utili per verificare, con riferimento all’ambiente esterno di accesso al Presidio giudiziario: la progettazione e realizzazione della stessa pavimentazione esterna; la realizzazione di opere sotto la superficie di calpestio necessarie alla raccolta e deflusso in sicurezza delle acque; la tipologia dei materiali e dei pavimenti previsti in progettazione e nei capitolati di appalto; la conformità tra gli stessi materiali previsti in progettazione e nei capitolati e quelli utilizzati nella realizzazione della stessa pavimentazione esterna; la conformità comunque dei materiali e dei pavimenti utilizzati ai criteri delle richiamate normative e di ogni altra disposizione vigente in ordine alla sicurezza per gli edifici pubblici e, segnatamente, alla resistenza antiscivolo, in considerazione del grado di inclinazione e deflusso delle acque”. Il tutto, conclude l’Avv. Tagliaferro, al fine di “disporre, all’esito della verifica e ove necessario, ogni più idonea misura di messa in sicurezza della pavimentazione esterna” in modo da tutelare l’integrità fisica di tutti coloro i quali quotidianamente accedono al Tribunale di Castrovillari.