Carissimo Fabio. So bene che l’incipit di una lettera inviata al Direttore di una testata giornalistica dovrebbe essere più formale, ma, dal momento che siamo amici e ci conosciamo da una trentina d’anni – e solo per qualche anno di differenza siamo stati solo “compagni di scuola” e non anche “compagni di classe” – mi permetto di essere meno formale.

Ti scrivo perché, nell’ultimo periodo, sono fortemente in difficoltà e mi piacerebbe che Tu, con la consueta e nota capacità di spiegare e raccontare gli eventi, mi aiutassi a capire. LEGGI ARTICOLO COMPLETO