Derby con il Polistena: Noi abbiamo tutti i presupposti per fare bene


Son i suoi tre goal realizzati a partita in corso nelle ultime gare è riuscito a ravvivare la squadra, risultando determinante nel risollevare la squadra della classifica, centrando quattro preziosi successi consecutivi; nato e cresciuto a Guaporè (Brasile), diamo il giusto omaggio al calcettista Michel Bassani, classe 1993, il pitbull che da cuore e anima ai bianco blu, elemento di esperienza e di spicco della rosa, in possesso di un indiscusso bagaglio tecnico oltre la media nella categoria.

“Essere presente in questo Rogit è la realizzazione di un progetto che stiamo portando avanti, essere uno degli elementi fondamentali del Rogit è sia un onore, una seconda pelle per un ragazzo di questo paese, la realizzazione di un sogno che fai sin da bambino, oltre che responsabilità perché sei l’emblema delle sconfitte e delle vittorie, perché magari sei sempre il primo a metterci la faccia, ma su questo aspetto non ho mai avuto problemi nell’affrontare a viso aperto tutto e tutti. Io dò sempre il massimo per questa maglia, rispetto sempre le scelte di mister Tuoto se partire dal primo minuto o subentrare in corso di gara; l’importante è dare sempre tutto per questo paese perché meriterebbe di figurare in altri palcoscenici, possibilmente facendo goal, un obbligo per il mio mestiere, abituato a segnare da tanti anni ormai. Sabato arriva il Polistena quinta in classifica a un punto di distanza, vincere significherebbe risalire la classifica. Dobbiamo stare attenti, è una squadra caratterialmente e tatticamente forte. Sono un bel gruppo, rappresenta tanto in queste categorie. Noi abbiamo tutti i presupposti per fare bene, bisogna solo lavorare tanto e dare il massimo. Infine ringrazio il presidente Converso per avermi riconfermato per questa ennesima esperienza in A2.”