Regionali, Corigliano Rossano con Graziano per riprendere il percorso interrotto

Numerosissimi sono i suoi sostenitori che, da tempo ormai, “spingono” per una candidatura del loro leader al Consiglio regionale della Calabria. Una richiesta proveniente “dal basso”, ossia dal territorio della provincia di Cosenza, destinata ben presto a tramutarsi ufficialmente in realtà. Le elezioni regionali, in programma per il prossimo 26 gennaio, andranno infatti ad annoverare tra i protagonisti il già onorevole Giuseppe Graziano, 

consigliere regionale per un arco temporale relativamente breve a causa delle note vicende di giustizia amministrativa, utile però a far approvare la legge che porta il suo nome e dalla quale è poi scaturita, attraverso il referendum popolare, l’istituzione dell’attuale e nuovo comune unico di Corigliano Rossano.
Fondatore e “anima” del Movimento nazionale “Il Coraggio di Cambiare”, quella di Graziano è una vita trascorsa all’interno delle istituzioni, con competenza e autorevolezza, in virtù di prestigiosi ruoli professionali ricoperti. Primo degli eletti del Centrodestra con circa diecimila preferenze, il Generale, nel suo impegno politico, ha sempre mantenuta intatta l’appartenenza alla coalizione di riferimento; nei mesi e negli anni ha avuto la capacità d’intessere e accrescere un’intensa rete di relazioni umane in numerosi comuni calabresi, in primis della provincia di Cosenza, fondati su reciproca stima e collaborazione con gruppi di cittadini. Una “base” non indifferente e dalla quale ripartire per una nuova e importante avventura elettorale, dopo quella delle ultime amministrative di Corigliano Rossano alle quali Graziano ha partecipato e, seppur non risultando vincitore, ricoprendo un ruolo di tutto rispetto come leader della coalizione di Centrodestra allargata a movimenti civici nonché, oggi, come uno dei principali esponenti dell’opposizione consiliare.
Attesa ed entusiasmo, dunque, tra quanti seguono con attenzione, e ne condividono il percorso politico, per l’inizio della campagna elettorale di Giuseppe Graziano. I prossimi giorni saranno inoltre decisivi per comprendere appieno la definizione dello scacchiere politico con la designazione dei candidati alla presidenza della Regione dei diversi schieramenti e, appunto, i relativi esponenti in lizza provenienti dal territorio della Sibaritide. In tale ottica, la candidatura di Graziano viene vista come il naturale epilogo di un cammino politico, utile per riprendere un percorso interrotto e che vede al centro dell’azione lo sviluppo e la crescita della città di Corigliano Rossano.
Fabio Pistoia