Il sindaco Stasi: «Mai concessa alcuna autorizzazione»

Se la nuova, nuovissima tecnologia di telecomunicazione del “5G” – benchè ancora in via sperimentale in Italia – sia nociva alla salute umana, questo non siamo in grado di dirlo. Ma che a Corigliano-Rossano da giorni se ne stia agitando lo spauracchio, questo sì. Complice Internet e chi su Internet s’esercita a scrivere e ad argomentare con titolazioni pseudo-giornalistiche che accreditano come “fatto” ciò che (almeno per adesso) è pura fantasia, vale a dire che il Comune di Corigliano-Rossano si prepara ad accogliere il “5G” attraverso l’avvenuta installazione di due apposite antenne

dislocate tra il centro storico coriglianese e la Strada statale 106 jonica. LEGGI ARTICOLO COMPLETO