Il sindaco Stasi “sdoppia” di fatto il Corpo e affida l’area rossanese al vice Pirillo: sembra oramai imminente la destituzione di Levato

Cè una “questione sospesa” dai primi di settembre dello scorso anno a Corigliano-Rossano, che sembra essere tornata all’”ordine del giorno” nell’agenda politico-amministrativa comunale. Riguarda il ruolo di comandante della polizia municipale ed il futuro di chi attualmente ricopre proprio tale ruolo, vale a dire il maggiore Arturo Levato. Il quale sembra essere di nuovo entrato in odore di destituzione da parte del sindaco Flavio Stasi. Come spiegare altrimenti la decisione dello stesso primo cittadino, assai singolare ed assolutamente fuori dai canoni, di “sdoppiare” di fatto, ma assolutamente non di diritto, la guida della polizia locale nelle due aree urbane di Corigliano e di Rossano? Sì, avete letto bene: c’è un solo Comune, Corigliano-Rossano, c’è un solo Comando di polizia municipale, e, dunque, dovrebbe esserci un solo comandante dello stesso Corpo.

Fino a qualche giorno fa era esattamente così. LEGGI ARTICOLO COMPLETO