Eccoci qui a distanza di un’anno a scrivere di questo Santo tanto amato e lodato dai parrocchiani, tanto bistrattato da altri, non una luminaria davanti alla chiesa, nessun articolo per il via alla Novena salvo poi ricordarsi quando va in Cattedrale, fare le solite sceneggiate in piazza con la consegna della chiave da parte del Sindaco per poi dimenticarsi di accompagnare il Santo nella sua Chiesa. 

I vecchi ricordi di quando i festeggiamenti erano sentiti, una popolazione partecipe a tutta la Novena fatta nella propria parrocchia, la grande illuminaria che partiva da via San Nilo sino al Monumento dei Caduti, oggi neanche un lumino, poi pero’ i soldi per fare i cartelloni per convegni fuori Rossano ci sono. 
Si dara’ la colpa al Covid19 per i non festeggiamenti, ma anche gli altri anni che il Covid19 non esisteva era uguale, qualsiasi scusa si vuole inventare la verita e’ una sola…… 
San Nilo da qualche anno non e’ piu’ amato proprio da chi dovrebbe amarlo.
Meditate gente meditate 
 
Pietro Caligiuri