Rivoluzionario fino all’ora di pranzo, nella graduatoria mondiale degli “amministratori” è ai primi posti insieme a Pollicino e Puffo Credulone; eppure, in quindici mesi di disastro amministrativo, anche il peggior sindaco della storia di Corigliano Calabro e di Rossano è riuscito ad insegnare qualcosa:

che si possano voler mettere bambini nei container per fare scuola; che non si programmi nulla in tempo per gli istituti scolastici; che ci si possa far bocciare per le scuole cinque progetti di finanziamenti su cinque, perdendo 18milioni di euro; che l’ingegnere Castiglione, dichiarato ufficialmente privo di requisiti alla sera, venga ripescato al mattino e scelto come dirigente; che l’ingegnere Amica sia stato “ereditato dal Commissario “; che l’ingegnere Amica però poi è stato confermato da Stasi; che si potesse far credere alla gente che l’acqua dei rubinetti di Schiavonea anziché marrone fosse limpida; che poi non lo fosse; che la colpa fosse dei sabotatori; anzi, che la colpa fosse dell’ingegnere Amica; che si scelga una truppa di personcine perbene, totalmente anonime come assessori per sembrare il più bravo e il più bello; che si scelga come vicesindaco Malavolta, senza che questo si sia mai accorto di esserlo; che chieda alla Santelli il sostegno elettorale; che ottenga il sostegno elettorale della Santelli; che: “viva la Santelli!”; che :”la spazzatura? Solo colpa della Santelli!”; che da, buon “comunista a giorni alterni ” è possibile chiedere aiuto elettorale ai padroni e ai proprietari terrieri; che si può otternerlo; che quindi, sui Livellari, è meglio fare solo un po’ di struscio e nulla più; che dell’Enel è meglio non parlare; che anzi, è meglio che dell’Enel ne parli solo…. l’Enel!; che il Polo Covid, la grande patacca che gli hanno mollato, e che Stasi ha voluto, è FALLITO MISERAMENTE ; che non è stato in grado di far riaprire l’UTIC né alcun reparto chiuso tra Corigliano e Rossano; che non abbia alcuna autorevolezza nella sua qualità di Presidente dei Sindaci sulla sanità; che non conti nulla politicamente oltre Cantinella; che si possano fare in un anno 40 milioni di debiti; che, da “gran rivoluzionario”, è meglio che ricchi e poveri paghino le stesse tasse; che …IL MEGAFONO ERA BELLO ( e comodo…); che con i suoi concittadini che protestano col MEGAFONO ..è meglio non parlare!; Che , “tanto lui sa tutto”, quindi inutile chiedere una mano; che quella del GEOLOGO é la figura più importante ed irrunciabile per un Comune;

che tra Rossano e Corigliano? È meglio Rossano!
Siamo certi che ognuno di avrebbe altri “perle” da aggiungere a questa piccola lista.
Noi, intanto, iniziamo ad essere preoccupati di ulteriori tre, gravi insegnamenti,, che l’opera del Sommo sindaco sta determinando nella nostra Città: che si inizi non avere più speranza in questa Città; che si inizi a pensare per davvero che la fusione sarebbe stato meglio non farla; che non sia vero che “ il peggior sindaco è sempre meglio del miglior commissario prefettizio”.