Corigliano Rossano – “Il futuro è un lavoro quotidiano”. Impianti di gestione anaerobica per la produzione di Biometano, soluzioni innovative per il trattamento della FORSU (frazione organica dei rifiuti solidi urbani): valutazione BMP e ottimizzazione nella fase di pretrattamento.
Dal progetto avviato, nel 2017, dalla Ecoross in partenariato con il DIMEG dell’Università della Calabria

, e in seguito alla nascita, presso l’azienda di Corigliano Rossano, di un laboratorio attrezzato presso il quale è stato analizzato il potenziale metanigeno della frazione organica raccolta, è stato realizzato un prototipo per il pretrattamento di tale frazione, da impiegare in impianti per la produzione di biometano e compost di qualità. Giovedì 5 novembre, alle ore 17:30, si terrà un Webinar sulla piattaforma Zoom, durante il quale si discuterà dei risultati raggiunti con i partner coinvolti nel progetto.

Ad introdurre e presentare il progetto: Eugenio Pulignano, Procuratore Ecoross; prof.ssa Vincenza Calabrò, Docente Dimes-Unical (ingegneria informatica, modellistica, elettronica e sistemistica); prof. Natale Arcuri, Docente Dimeg – Unical (ingegneria meccanica, emergetica e gestionale); ing. Maurizio Morrone, area tecnica Ecoross. I lavori, moderati dalla dott.ssa Rossana Paternò, proseguiranno poi con gli interventi tecnici: ing. Rosy Paletta, Unical PhD; ing. Catia Lopresto, Unical PhD; ing. Nino Morabito, progettista Unical; ing. Luigi Longo, collaboratore Ecoross.