L’avvocato Mauro Mitidieri nominato assessore del Comune di Corigliano-Rossano. Un nuovo membro entra a far parte della squadra di governo implementandone forza e competenza. A Mitidieri andranno le seguenti deleghe:

Efficientamento e gestione della macchina comunale e Personale
(che facevano capo direttamente al sindaco Stasi)

Trasparenza amministrativa e Affari legali
(che facevano capo all’assessore Anna Maria Turano)

Affari generali

Digitalizzazione della macchina comunale e servizi digitali
(che facevano capo all’assessore Tiziano Caudullo)

Con la nomina dell’avvocato Mitidieri, persona specchiata da sempre impegnata nella salvaguardia e nella promozione del territorio – a partire dalla lunga battaglia condotta per l’ex Tribunale di Rossano – l’amministrazione comunale rafforza ed indirizza la sua opera con nuove ed importanti competenze.

Il neo – assessore Mitidieri avrà il difficile compito di continuare nell’opera di riorganizzazione di una macchina comunale importante che purtroppo continua ad essere caratterizzata da significative carenze di personale. Carenze prolungate anche dalla normativa anti-covid, ma che ha enormi potenzialità che vanno valorizzate e gratificate. In un momento difficile per il Paese ed anche per la nostra città, di sfiducia generale causata del prolungarsi della pandemia, l’amministrazione comunale ha il dovere di lavorare ancor di più col fine di mantenere saldi gli impegni presi coi cittadini, e per tale ragione rafforza l’esecutivo con un assessore di spessore e competenza.
L’intero esecutivo, in questo anno e mezzo, è stato chiamato non solo al difficile compito di guidare la prima amministrazione politica di una città importante e complessa come la nostra, ma ha anche dovuto fare i conti con una drammatica pandemia che ne ha rallentato l’azione, ed esattamente per questo ora è il momento di accelerare e rilanciare l’azione amministrativa su tutti i fronti. Un’azione amministrativa che dal primo giorno è stata caratterizzata dal lavoro costante finalizzato alla risoluzione di problemi atavici ereditati dai comuni estinti e dalla costruzione della nostra grande, unica città. È questo lo spirito che caratterizza anche il confronto e la dialettica dell’intera maggioranza, in un dibattito vivo che non può che stimolare e migliorare l’azione politica ed amministrativa.