L’architetta coriglianese potrebbe prendere il posto di Caudullo o della Turano

Voci di palazzo. Insistenti. Col tam tam che a Corigliano-Rossano, nella tarda mattinata, comincia a fare assai rumore. L’indiscrezione del caso corre sulle onde degli smartphone in un giro vorticoso di telefonate e messaggi alla ricerca di conferme. O di smentite. Gli attori telefono alla mano, chi più chi meno, bazzicano la politica e gli ambienti della maggioranza

che sostiene in Consiglio comunale il sindaco Flavio Stasi. LEGGI ARTICOLO COMPLETO