Quella di dimostrare vicinanza ai lavoratori del Consorzio di Bonifica dei Bacini dello Jonio, costretti ad arrampicarsi sui tetti per rivendicare i loro diritti, sta diventando una pratica rituale!

Vedere padri di famiglia trascorrere la notte alle intemperie nella speranza di ottenere il pagamento dei loro stipendi – che manca da diversi mesi- non è più tollerabile!

Era ottobre quando Civico e Popolare, da sempre vicino a queste famiglie, chiedeva al presidente Blaiotta di rassegnare le proprie dimissioni, favorendo così un necessario cambio di rotta…oggi siamo a dicembre e non è cambiato nulla!

I soliti teatrini accomodanti che hanno come unico epilogo cucire toppe blande.

Ora basta! Chiediamo che questa situazione assurda, per l’epoca in cui viviamo, venga ricondotta sui binari della dignità (e non del mero scambio elettorale)!
Alessandra Capalbo, coordinatrice di Civico e Popolare