CORIGLIANO-ROSSANO (CS): I tanti volontari della Caritas Diocesana di Rossano-Cariati, anche in occasione delle festività natalizie, sono stati in prima linea a sostegno dei poveri e delle tante famiglie bisognose del territorio. Loro hanno garantito pasti e viveri di ogni genere a quanti, in questo periodo particolare dovuto anche alla pandemia del Coronavirus, stanno vivendo momenti difficili.

 Tanta gente, dopo le diverse misure di restrizioni messe in atto dal Governo per affrontare l’emergenza Covid-19, è rimasta senza lavoro e fanno fatica, tuttora, nel riuscire a sopravvivere. Negli ultimi tempi, purtroppo, sono aumentate le famiglie povere anche nell’intera comunità di Corigliano-Rossano e non solo. In molti, ogni giorno, si recano al centro Caritas della Diocesi per chiedere aiuto o per ottenere viveri di prima necessità. Una nota di merito è necessaria rivolgerla, oltre ai tanti operatori e volontari della Caritas Diocesana (fra questi: Giovanni Fragale, Mimmo Vitale, Giacomo Diaco, Carmela Calabrò, Immacolata Capalbo, Nunzia Calabrò, Nicoletta Pisano, Giuseppina Calabrò e tanti altri…), al padre Arcivescovo, S.E. Mons. Giuseppe Satriano, al Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Rossano-Cariati, don Pino Straface, al Responsabile della Caritas Diocesana, don Stefano Aita, per il loro impegno costante a sostegno dei più deboli, degli invisibili, dei poveri e delle tante famiglie bisognose dell’intero territorio.

ANTONIO LE FOSSE